Throwbot Maker ReconRobotics Forced to Regroup

Anche se le applicazioni e i mercati per la robotica continuano a crescere, vale la pena ricordare che un prodotto innovativo e un’ampia domanda non sono sufficienti a garantire il successo. ReconRobotics Inc. ha venduto migliaia di suoi dispositivi di sorveglianza remota Throwbot in tutto il mondo, ma ha subito un crollo finanziario a causa di problemi con gli appalti pubblici e la gestione aziendale.

“Siamo insolventi. Dobbiamo tra million 5 milioni e million 12 milioni ai creditori, a seconda di quante delle loro passività potenziali sono valide”, ha detto il CEO Mack Traynor allo Star Tribune. “Stiamo cercando di ristrutturare l’azienda.”

Throwbot’s early promise

ReconRobotics è stata fondata nel 2006 per commercializzare la ricerca presso l’Università del Minnesota che aveva ricevuto finanziamenti dalla Defense Advanced Projects Research Agency e dalla National Science Foundation. L’Edina, Minn.La società con sede ha ricevuto ordini per il suo ricognitore e Throwbot dagli Stati Uniti militari, forze dell’ordine e squadre antincendio/di soccorso in 33 paesi.

Il Throwbot semovente è stato progettato per pesare solo 1,2 libbre. e per sopravvivere tiri di 120 piedi, così come attraverso le finestre o sopra le pareti. All’inizio era molto più piccolo di altri robot da ricognizione, che potevano persino portarlo in un luogo. Il robot della fotocamera potrebbe anche essere montato su un palo.

 Throwbot è leggero e robusto.

Throwbot è abbastanza piccolo da essere trasportato e lanciato in azione.

Throwbot e Scout sono progettati per essere facili da usare e possono includere un sensore a infrarossi. I veicoli terrestri senza pilota in miniatura (UGV) sono stati utilizzati dalle forze armate statunitensi, dalle autorità di contrasto e dalle squadre di vigili del fuoco/soccorso in tutto il mondo.

Gli UGV sono stati dispiegati in Medio Oriente e in operazioni antiterrorismo in Europa, e ReconRobotics ha realizzato sales 21 milioni di vendite nel 2012.

Il Throwbot Recon Scout ha vinto premi per l’innovazione e rappresenta la locomozione all’avanguardia nella mostra itinerante “Robot Revolution” attualmente al Museo della Scienza e dell’Industria di Chicago.

Stalli di salita costante di Recon

ReconRobotics ha avuto una partnership con il Los Alamos National Laboratory per sviluppare robot di ricognizione autonomi per il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Tuttavia, la ricerca sui droni di Recon si è bloccata e ha dovuto cancellare million 2 milioni.

Il drawdown degli Stati Uniti le forze provenienti da lunghi conflitti in Iraq e Afghanistan danneggiano la riconferma, così come lo stallo del 2013 tra Congresso e Casa Bianca sul bilancio federale. Ciò ha portato a tagli automatici, inclusa la cancellazione di un ordine dell’esercito americano da 13 milioni di dollari per 1.000 Scout.

Da allora, tutti tranne sei dei 60 dipendenti di ReconRobotics sono stati licenziati. “Siamo stati su un successo ruggente per sei anni, e poi si è fermato, e sto reagendo al mercato”, ha detto l’allora CEO Alan Bignall in 2014. “Il nostro più grande cliente è stato il governo degli Stati Uniti.”

Ma alcune persone hanno detto che i tagli militari erano solo in parte da biasimare. “Ho perso la fiducia nella gestione, in particolare Bignall,” ha detto Stephen Craney, presidente di RiverBend Electronics Ltd., che fa il Throwbot per ReconRobotics.

“C’è stata una serie di errori manageriali”, ha detto Traynor. Ha citato un raddoppio delle spese immobiliari, vendite e amministrative nel 2012.

Altri dirigenti hanno anche lasciato, tra cui Andrew Borene, direttore del business development ed ex direttore del Robotics Alley trade group e expo.

Recon ristruttura per recuperare

I prodotti ReconRobotics sono ancora vitali e potrebbero tornare alla redditività. Tony Christianson, co-fondatore di Cherry Tree Associates, ha raccolto diverse centinaia di migliaia di dollari quest’anno per ottenere un prestito da Bremer Bank per impedire alla banca di forzare la ricognizione in bancarotta. Sta lavorando per ristrutturare il debito della società ai suoi numerosi creditori.

Andrew Drenner, che ha contribuito a design Scout, rimane come robotic systems architect, e Traynor ha detto che si aspetta ReconRobotics per fare million 3 milioni di vendite di quest’anno.

Inoltre, il mercato dei robot militari di terra dovrebbe riprendersi mentre il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti si modernizza, si rivolge alla robotica per ulteriori missioni e cerca di ridurre le vittime umane. Quel mercato era di billion 3,4 miliardi nel 2011 e potrebbe crescere a billion 12,3 miliardi entro il 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.