Significato

Posizione del duodeno nell’anatomia umana

Significato: Qual è il duodeno?

È una struttura del sistema digestivo, corrisponde alla prima parte dell’intestino tenue. Il suo nome deriva dal latino duodeni, che è compreso da dodici dita. Ciò è dovuto alla sua lunghezza di dodici attraversamenti di dita, circa 25 a 30 cm, che è stato usato per nominarlo nelle sue prime descrizioni.

Posizione anatomica del duodeno

Questa parte dell’intestino è fissata alla parete addominale posteriore, la maggior parte della sua estensione dietro il peritoneo, membrana che copre l’addome e i suoi organi. Si trova vicino allo stomaco, da cui è separato dallo sfintere chiamato piloro.

È distribuito sotto forma di una lettera C distribuita in quattro parti o porzioni che circondano la testa e il corpo del pancreas, questi sono:

– Prima porzione. È disposto orizzontalmente seguendo lo stomaco, dirigendosi a sinistra.

– Terza porzione. Essere posizionato orizzontalmente, dirigendosi a sinistra passando davanti alla vena cava e all’arteria aorta.

Funzioni del duodeno

Questa struttura è una zona di transizione tra lo stomaco e la porzione dell’intestino tenue in cui avviene l’assorbimento dei nutrienti.

In esso il contenuto gastrico è mescolato con succhi alcalini prodotti a livello della sua mucosa, così come con succhi biliari e pancreatici in modo da poter effettuare la digestione di grassi e carboidrati.

Alterazioni del duodeno

Questa parte dell’intestino è sede di diverse lesioni, tuttavia le più comuni sono:

Ulcere duodenali. Il contenuto di acido dello stomaco può causare lesioni nella mucosa duodenale che possono progredire fino a diventare ulcere, queste di solito causano disagio come il dolore addominale che si verifica in genere dopo aver mangiato. Queste ulcere possono erodere i vasi sanguigni causando emorragie digestive che si manifestano come feci pastose scuro-nerastre e anemia.

Infiammazione del duodeno

Infezioni. Il duodeno è la posizione principale dell’infezione da parte del parassita Giardia Lamblia. Un protozoo che di solito si attacca alla parete intestinale influenzando il normale assorbimento dei nutrienti. Ciò può causare sintomi come diarrea, perdita di peso e mancanza di alcune vitamine e minerali.

Tumori. Questa posizione può essere sede di tumori maligni primari, cioè originari delle cellule duodenali, o tumori di strutture vicine che possono infiltrarsi nel duodeno, come nel caso del cancro della testa del pancreas, del cancro gastrico o del cancro dei dotti biliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.