Ricombinasi

Le ricombinasi hanno un ruolo centrale nella ricombinazione omologa in una vasta gamma di organismi. Tali ricombinasi sono state descritte in archaea, batteri, eucarioti e virus.

ArchaeaEdit

L’archaeon Sulfolobus solfataricus RADA ricombinasi catalizza l’accoppiamento del DNA e lo scambio di filamenti, passaggi centrali nella riparazione ricombinazionale. La ricombinasi RadA ha una maggiore somiglianza con la ricombinasi eucariotica Rad51 rispetto alla recombinasi batterica RecA.

BatteriaEdit

RecA la ricombinasi sembra essere universalmente presente nei batteri. RecA ha molteplici funzioni, tutte legate alla riparazione del DNA. RecA ha un ruolo centrale nella riparazione delle forcelle di replicazione bloccate dal danno al DNA e nel processo sessuale batterico di trasformazione genetica naturale.

EukaryotesEdit

Eukaryotic Rad51 e i relativi membri della famiglia sono omologhi alla RadA archaeal e alle recombinasi batteriche RecA. Rad51 è altamente conservato dal lievito agli esseri umani. Ha una funzione chiave nella riparazione ricombinazionale dei danni al DNA, in particolare i danni a doppio filo come le rotture a doppio filo. Negli esseri umani, la sovraespressione o sottoespressione di Rad51 si verifica in un’ampia varietà di tumori.

Durante la meiosi Rad51 interagisce con un’altra ricombinasi, Dmc1, per formare un filamento presinaptico che è un intermedio nella ricombinazione omologa. La funzione Dmc1 sembra essere limitata alla ricombinazione meiotica. Come Rad51, Dmc1 è omologa alla RecA batterica.

VirusesEdit

Alcuni virus a DNA codificano una ricombinasi che facilita la ricombinazione omologa. Un esempio ben studiato è la ricombinasi UvsX codificata dal batteriofago T4. UvsX è omologa alla RecA batterica. UvsX, come RecA, può facilitare l’assimilazione del DNA lineare a filamento singolo in un duplex di DNA omologo per produrre un D-loop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.