Reiki per disturbo d’ansia generalizzato

Disturbo d’ansia generalizzato è una condizione potenzialmente debilitante che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Infatti, secondo l’Anxiety and Depression Association of America, il disturbo d’ansia generalizzato colpisce attualmente il 3,1% della popolazione statunitense. I trattamenti per il disturbo d’ansia generalizzato variano ma spesso includono farmaci e psicoterapia. Alcune persone che lottano con questa condizione hanno anche aggiunto Reiki al loro piano di trattamento nella speranza di migliorare ulteriormente i sintomi.

Fatti sul disturbo d’ansia generalizzato

Le persone con disturbo d’ansia generalizzato affrontano preoccupazioni eccessive e irrealistiche sui problemi quotidiani, compresa la loro famiglia, salute o situazione finanziaria. Questa preoccupazione è persistente e difficile da controllare. In molti casi, le persone con questa condizione sentono un senso di destino imminente anche quando non c’è motivo di credere che qualcosa di brutto accadrà. Per la maggior parte delle persone, questo disturbo appare gradualmente nel tempo. È più comune nelle donne che negli uomini e tende a raggiungere il picco dopo l’infanzia. Mentre molte persone sono in grado di gestire i loro sintomi e condurre una vita relativamente normale, l’ansia grave a volte può rendere difficile svolgere responsabilità quotidiane o funzionare in situazioni sociali.

A un individuo viene diagnosticato un disturbo d’ansia generalizzato dopo che ha trascorso almeno sei mesi a trattare regolarmente i sintomi.

Alcuni dei sintomi specifici del disturbo d’ansia generalizzato possono includere:

• Difficoltà a dormire
• i muscoli Tesi
• Irritabilità
• Stancarsi facilmente
• Sensazione di irrequietezza o sul bordo
• Difficoltà di concentrazione

una Volta che un individuo è stato diagnosticato con disturbo d’ansia generalizzato, il medico può prescrivere vari farmaci per il controllo dei sintomi, tra cui antidepressivi triciclici, benzodiazepine, serotonina-noradrenalina inibitori della ricaptazione e selettivi inibitori del reuptake della serotonina. I medici possono anche raccomandare diversi tipi di terapia, tra cui terapia interpersonale, terapia di esposizione, terapia cognitivo-comportamentale e terapia di accettazione e impegno.

Reiki per le persone con ansia

Reiki per le persone con ansia

Informazioni sul Reiki

Il reiki è una tecnica terapeutica sviluppata in Giappone. L’idea alla base di questa tecnica è che, generalmente, problemi e problemi all’interno del corpo umano, compresi i livelli innaturali di ansia, possono essere correlati a blocchi o disturbi nei percorsi energetici dell’individuo. Reiki cerca di sbloccare l’energia e ripristinare il flusso normale al fine di sostenere la capacità del corpo di guarire se stesso.

Durante una sessione di Reiki, un professionista addestrato metterà le sue mani delicatamente su o sopra il cliente. Il praticante ripeterà questo processo più volte usando posizioni specifiche della mano. La durata delle sessioni varia in base alle esigenze del cliente.

Benefici del Reiki per le persone con GAD

Gli studi hanno dimostrato che il Reiki offre diversi potenziali benefici per le persone con disturbo d’ansia generalizzato. Alcuni di questi vantaggi includono:

  1. Livelli di stress inferiori
    Le persone con disturbo d’ansia generalizzato hanno livelli di stress più elevati rispetto alla popolazione normale. Sia gli studi di ricerca che i rapporti aneddotici indicano che il Reiki può aiutare ad alleviare parte di questo stress.
  2. Rilassamento
    Avere un disturbo d’ansia generalizzato rende difficile rilassarsi anche quando non è presente alcun fattore di stress significativo. Molte persone che partecipano alle sessioni di Reiki riferiscono di sentirsi rilassate sia durante la sessione che dopo che è completa, il che può essere utile a qualcuno che lotta con l’ansia.
  3. Umore migliorato
    Non tutte le persone a cui è stato diagnosticato un disturbo d’ansia generalizzato sperimenteranno la depressione. Tuttavia, per molte persone, questi due problemi vanno di pari passo. La ricerca indica che le persone che partecipano alle sessioni di Reiki su base regolare si sentono meno depresse di quanto non facessero prima della terapia.
  4. Sonno migliore
    Le persone con disturbo d’ansia generalizzato possono trovare che hanno difficoltà ad addormentarsi, non sono in grado di rimanere addormentati o non si sentono riposati anche dopo aver dormito tutta la notte. Sessioni di Reiki possono alleviare alcuni di questi problemi e migliorare la qualità del sonno.

Il Reiki non è invasivo e non comporta alcun rischio per il cliente. Inoltre non provoca effetti collaterali. Pertanto, il Reiki può essere utilizzato in combinazione con praticamente qualsiasi altro trattamento prescritto da un medico, inclusi farmaci e altri tipi di terapia.

Il Reiki aiuta le persone a sentirsi meglio

Il Reiki aiuta le persone a sentirsi meglio

Ricerca pertinente

Sono stati condotti diversi studi di ricerca per esplorare la relazione tra Reiki e disturbi d’ansia. Alcuni di questi studi sono dettagliati di seguito.

  1. Il Reiki riduce l’ansia tra le donne
    Nel 2006, i ricercatori hanno pubblicato uno studio che ha cercato di determinare se il Reiki potesse ridurre l’ansia tra le donne sottoposte a isterectomie. I ricercatori hanno scoperto che le donne nel gruppo di trattamento hanno sperimentato meno ansia rispetto a quelle nel gruppo di controllo. Sebbene questo studio sia stato condotto solo su donne sottoposte a chirurgia, i risultati possono applicarsi anche ad altri individui.
  2. Il Reiki aiuta con ansia e stanchezza nei pazienti oncologici
    Un altro studio condotto in Turchia si è concentrato sulla capacità del trattamento Reiki di ridurre l’ansia, il dolore e l’affaticamento tra i pazienti oncologici. I ricercatori hanno scoperto che tutte queste variabili sono migliorate tra i soggetti del gruppo trattato con Reiki. Poiché sia l’ansia che la fatica sono sintomi di disturbo d’ansia generalizzato, è ovvio che il Reiki potrebbe potenzialmente essere utile anche per le persone con questa condizione.
  3. Il Reiki riduce la depressione e l’ansia tra gli anziani
    Durante questo studio, i ricercatori hanno cercato di determinare se il trattamento degli anziani con Reiki migliorerebbe la depressione, l’ansia e altri problemi. I ricercatori hanno scoperto che gli individui nel gruppo di trattamento hanno sperimentato meno ansia e depressione rispetto a quelli nel gruppo di controllo. I partecipanti allo studio hanno anche riferito sentimenti di rilassamento dopo le sessioni di Reiki.

Questi sono solo alcuni degli studi di ricerca che dimostrano la capacità del Reiki di beneficiare gli individui che stanno lottando con l’ansia. Ulteriori studi di ricerca che esplorano questa idea saranno probabilmente condotti in futuro.

Come trovare un praticante

Studi di ricerca indicano che il Reiki mostra promesse come terapia alternativa per le persone alle prese con disturbo d’ansia generalizzato. Se voi o una persona cara è stato diagnosticato un disturbo d’ansia generalizzato, si può beneficiare di partecipare a sessioni di Reiki su base regolare. Per saperne di più su ciò che il Reiki può fare per voi, vedere il sito web IARP a https://iarp.org per trovare un praticante Reiki registrato nella vostra zona.

 IARP, il Gold Standard di Reiki TM-Iscriviti oggi!

Questo articolo è apparso in The Reiki Times, Vol. 22, Numero Q3, la rivista di IARP: Associazione Internazionale dei professionisti del Reiki. © 2018. Associazione internazionale di professionisti Reiki LLC. Tutti i diritti riservati.

Tutti gli articoli di questo sito sono destinati esclusivamente a scopo informativo. Reiki deve essere utilizzato solo come una tecnica di supporto e come una parte di un programma di benessere o di guarigione per completare la cura tradizionale e convenzionale. Reiki non dovrebbe mai prendere il posto di cure mediche convenzionali o terapia, si dovrebbe cercare una salute licenza o licenza professionista della salute mentale per la loro cura primaria e Reiki dovrebbe essere utilizzato solo per migliorare la cura convenzionale e la propria guarigione o piano di benessere.

Fonti: adaa.org/understanding-anxiety/generalized-anxiety-disorder-gad,adaa.org/about-adaa/press-room/facts-statistics, centerforreikiresearch.org/RRdownloads/,RRSummariesHysterectomiescenterforreikiresearch.org/RRdownloads/RRSummaryEffectsOfDistantReiki.pdf, centerforreikiresearch.org/RRdownloads/RRSummariesAnxietyDepression

3.11 Azioni K

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.