Reed Foehl

Love It for What It Is Chitarrista, cantante e compositore Reed Foehl ha fatto il suo nome come musicista mentre lavorava con la jam band Acoustic Junction, e successivamente ha intrapreso una carriera solista che lo ha trovato a confondere i confini tra rock, folk, bluegrass e musica improvvisativa. Nato e cresciuto a Boston, Foehl si trasferì a Boulder, Colorado nel 1989, e presto si unì ai colleghi musicisti Tim Roper, Curtis Thompson e Matt Coconis per formare il gruppo Acoustic Junction. Come molti artisti della scena jam band, Acoustic Junction ha trovato un pubblico per la loro musica eclettica attraverso un ampio lavoro dal vivo, e nel 1991 hanno pubblicato il loro primo album, Love It for What It Is. Acoustic Junction avrebbe pubblicato altri quattro album (tra cui uno pubblicato sotto il nome di Fool’s Progress a causa delle pressioni della loro casa discografica) prima che il gruppo si sciolse nel 2000; Foehl segnò lo scioglimento agli stress di ten years on the road. Durante i suoi giorni con Acoustic Junction, Foehl ha iniziato a scrivere materiale per se stesso, pubblicando una raccolta low-key di esibizioni solistiche intitolata Leo’s Song nel 1995 (e ristampandola nel 2005). Dopo alcuni anni di concentrarsi sul suo songwriting e passare più tempo con suo figlio, Foehl ha lanciato ufficialmente la sua carriera da solista nel 2004 con l’album Spark, e presto ha rinnovato il suo impegno a suonare dal vivo. Nel 2005, Foehl è stato invitato a unirsi Vince Herman, ex dei Leftover Salmon, in una nuova band che stava formando per un concerto di beneficenza, Great American Taxi. Mentre Foehl considerava Herman un buon amico e un collaboratore di talento, decise che la sua carriera da solista era dove risiedeva la sua lealtà quando Herman optò per rendere il nuovo gruppo una preoccupazione, e lasciò i Great American Taxi prima che pubblicassero il loro primo album nel 2007, invece di pubblicare il suo terzo album, Stoned Beautiful, lo stesso anno. L’album di Foehl Once an Ocean è arrivato nel 2009 e nel 2014 ha unito le forze con l’etichetta discografica Immersive Records per pubblicare Lost in the West.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.