Ramses II: La mummia che doveva ottenere un passaporto

Il passaporto di Ramses II

Che ci crediate o no, nel 1976 al faraone Ramses II fu rilasciato un passaporto egiziano per il passaggio in Francia quasi tre millenni dopo la sua morte.

Ramses II, un re nell’antico Egitto, era immensamente popolare e considerato da molti come il faraone più potente che sia vissuto. Il figlio di Seti I, Ramses è stato nominato Principe reggente quando aveva 14 anni e si crede di aver preso il trono prima di raggiungere 20.

Il giovane faraone condusse numerose campagne militari, sconfiggendo i pirati, conquistando imperi all’estero e schiacciando le ribellioni in patria. La sua abilità militare riempì le casse dello stato permettendogli di costruire enormi monumenti e vaste tombe per se stesso.

Le piramidi erano state costruite 1.500 anni prima del tempo di Ramses. Invece di concentrarsi sulla costruzione di un unico grande monumento, fece costruire edifici su e giù per il fiume Nilo in suo onore. La maggior parte dei faraoni aveva le loro statue scolpite superficialmente nella pietra, rendendo facile per i successori distruggerle o rifarle a loro immagine. Ha invece incaricato i suoi muratori di scolpire la sua somiglianza profondamente nella pietra, dando alle sue statue uno stile unico e duraturo.

Fu responsabile della costruzione del tempio di Abu Simbel e del Ramesseum, un enorme tempio mortuario. Tra i suoi monumenti più notevoli ci sono una tomba per il suo amante Nefertari e una statua colossale del peso di oltre 100 tonnellate.

 abu simbel ramses ii

Abu Simbel

Sepoltura e tomba

Ramses II fu originariamente sepolto in una grande tomba nella Valle dei Re, ma fu successivamente spostato molte volte da sacerdoti che temevano saccheggiatori. Trascorse appena tre giorni in alcuni luoghi, e i sacerdoti registrarono le loro azioni sugli involucri sul suo corpo. Nonostante la sua ricchezza splendente e il potere nella vita, il suo sarcofago è stato perso nella storia, e al momento della sua riscoperta, era in condizioni di deterioramento.

Furono le sue cattive condizioni a spingere le autorità egiziane a cercare aiuto per preservarlo a metà degli anni 1970. Trovarono i loro esperti in Francia e decisero con riluttanza di trasportare la mummia di 3.000 anni a Parigi.

ramses ii head

Per lasciare il paese, tuttavia, anche un re di tre millenni deve seguire le regole. L’Egitto richiedeva a chiunque lasciasse il paese, vivo o morto, di avere i documenti appropriati. Ramses II è stato rilasciato un passaporto. Apparentemente la prima mummia a riceverne uno, Ramses aveva la sua occupazione elencata come “Re (defunto).”Il governo non voleva che ottenesse un passaporto per la pubblicità, ma credeva che avrebbe permesso loro protezioni legali per garantire il suo ritorno sicuro. Innumerevoli manufatti e mummie sono stati saccheggiati e rubati dall’Egitto, e i musei in Europa non sempre hanno rispettato le rivendicazioni egiziane.

Lo studio di Parigi ha mostrato che Ramses era alto cinque piedi e sette pollici e aveva i capelli rossi. Hanno trovato ferite da battaglia, artrite e un ascesso dentale. Dopo la sua procedura, è stato prontamente restituito in Egitto senza problemi legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.