Raltegravir

Che cos’è raltegravir?

Raltegravir è un farmaco usato per trattare l’HIV, commercializzato con il marchio Isentress. Viene assunto in combinazione con altri farmaci antiretrovirali.

La dose abituale di raltegravir per adulti è una compressa rosa da 400 mg due volte al giorno o due compresse gialle da 600 mg una volta al giorno.

Come agisce raltegravir?

Raltegravir proviene da una classe di farmaci noti come inibitori dell’integrasi. Il medico le prescriverà raltegravir come parte del trattamento per l’HIV, insieme agli antiretrovirali di un’altra classe di farmaci. È importante prendere tutti i farmaci come prescritto, ogni giorno. Ogni classe di farmaci funziona contro l’HIV in un modo diverso.

Lo scopo del trattamento dell’HIV è quello di ridurre il livello di HIV nel corpo (carica virale). Idealmente, la carica virale dovrebbe diventare così bassa che non è rilevabile – di solito meno di 50 copie di virus per ml di sangue. Prendendo il trattamento dell’HIV e avendo una carica virale non rilevabile protegge il sistema immunitario e si ferma HIV essere trasmesso a qualcun altro durante sesso.

Come prendo raltegravir?

Può prendere raltegravir con o senza cibo.

Il trattamento dell’HIV funziona meglio se lo prendi ogni giorno. Quando sarebbe un buon momento per pianificare di prendere il trattamento? Pensa alla tua routine quotidiana e quando troverai più facile prendere il trattamento.

Se dimentica di prendere una dose di raltegravir, la prenda non appena se ne ricorda. Se è il momento di prendere la dose successiva, non prendere una dose doppia, basta saltare la dose che hai dimenticato e continuare.

Se dimentica regolarmente di prendere il trattamento, o non lo sta prendendo per un altro motivo, è importante parlarne con il medico.

Quali sono i possibili effetti indesiderati di raltegravir?

Tutti i farmaci hanno possibili effetti collaterali. È una buona idea parlare con il medico dei possibili effetti collaterali prima di iniziare a prendere un farmaco. Se si verifica qualcosa che potrebbe essere un effetto collaterale, parlare con il medico di ciò che può essere fatto. Un elenco completo degli effetti indesiderati, compresi gli effetti indesiderati meno comuni, deve essere incluso nel foglio che viene fornito nella confezione con raltegravir.

Generalmente dividiamo gli effetti collaterali in due tipi:

Glossario

antiretrovirale (ARV)

Una sostanza che agisce contro i retrovirus come l’HIV. Esistono diverse classi di antiretrovirali, che sono definite da quale fase della replicazione virale mirano: inibitori della trascrittasi inversa nucleosidica; inibitori della trascrittasi inversa non nucleosidica; inibitori della proteasi; inibitori dell’entrata; inibitori dell’integrasi (trasferimento di filamenti).

carica virale non rilevabile

Un livello di carica virale troppo basso per essere rilevato dal particolare test di carica virale utilizzato o al di sotto di una soglia concordata (ad esempio 50 copie/ml o 200 copie/ml). Una carica virale non rilevabile è il primo obiettivo della terapia antiretrovirale.

inibitori dell’integrasi (INI, INSTI)

Una classe di farmaci antiretrovirali. Integrasi strand transfer inhibitors (INSTIs) blocco integrasi, che è un enzima HIV che il virus utilizza per inserire il suo materiale genetico in una cellula che ha infettato. Il blocco dell’integrasi impedisce la replicazione dell’HIV.

sintomo

Qualsiasi cambiamento percepibile e soggettivo nel corpo o nelle sue funzioni che segnala la presenza di una malattia o condizione, come riportato dal paziente.

carica virale

Misurazione della quantità di virus presente in un campione di sangue, segnalato come numero di HIV RNA copie per millilitro di plasma sanguigno. La carica virale è un indicatore importante della progressione dell’HIV e di quanto bene il trattamento sta funzionando.

Comune-un effetto collaterale che si verifica in almeno una persona su cento (più dell ‘ 1%) che assume questo farmaco.

Raro-un effetto collaterale che si verifica in meno di una persona su cento (meno dell ‘ 1%) che assume questo farmaco.

Gli effetti indesiderati comuni di raltegravir comprendono perdita di appetito, mal di testa, difficoltà a dormire, sogni anomali, depressione, vertigini, vertigini, dolore addominale, gonfiore, flatulenza, diarrea, nausea, vomito, indigestione, eruzione cutanea, debolezza, affaticamento, febbre, aumento degli enzimi epatici o pancreatici e aumento dei trigliceridi.

Alcune persone che assumevano raltegravir hanno riportato una reazione di ipersensibilità (allergica). Se sviluppa un’eruzione cutanea con altri sintomi, come la febbre, consultare immediatamente un medico.

Le persone con HIV possono aumentare di peso dopo l’inizio del trattamento antiretrovirale. Gli studi clinici di nuovi farmaci per l’HIV introdotti dal 2003 mostrano che le persone che assumono un inibitore dell’integrasi sono a più alto rischio di aumento di peso sostanziale rispetto alle persone che assumono altri farmaci antiretrovirali. La gente ha guadagnato meno peso su raltegravir che i più nuovi inibitori dell’integrasi, questi studi hanno indicato.

raltegravir interagisce con altri farmaci?

Deve sempre informare il medico e il farmacista di qualsiasi altro farmaco o farmaco che sta assumendo. Ciò include qualsiasi cosa prescritta da un altro medico, medicinali acquistati da un chimico di alta strada, trattamenti a base di erbe e alternativi e droghe ricreative o di partito (“chems”).

Alcuni farmaci o farmaci non sono sicuri se presi insieme-l’interazione potrebbe causare livelli aumentati e pericolosi o potrebbe impedire a uno o entrambi i farmaci di funzionare. Altre interazioni farmacologiche sono meno pericolose ma devono ancora essere prese sul serio. Se i livelli di un farmaco sono interessati, potrebbe essere necessario modificare la dose che si prende. Questo deve essere fatto solo su consiglio del medico HIV.

Un elenco di farmaci, noti per avere interazioni con raltegravir,deve essere incluso nel foglio illustrativo che viene fornito nella confezione di raltegravir. Informi il medico se sta assumendo uno di questi farmaci e altri farmaci che non sono sulla lista.

Se sta assumendo raltegravir, è particolarmente importante consultare il medico o il farmacista prima di assumere uno qualsiasi dei seguenti medicinali:

  • antiacidi (usati per alleviare indigestione e bruciore di stomaco)
  • rifampicina (usata per trattare infezioni, inclusa la tubercolosi.

Se le viene prescritta rifampicina, la dose di raltegravir può essere aumentata, poiché la rifampicina può ridurre i livelli di raltegravir. Non deve assumere integratori contenenti calcio, ferro, magnesio, alluminio o zinco contemporaneamente a raltegravir in quanto ne riducono l’assorbimento. Questi integratori devono essere assunti almeno quattro ore prima o dopo raltegravir.

Posso prendere raltegravir in gravidanza?

Se sta pensando di avere un bambino, o pensa di essere incinta, parli con il medico il prima possibile su quale combinazione di farmaci anti-HIV sarebbe giusta per lei. È importante prendere un trattamento antiretrovirale durante la gravidanza per prevenire il passaggio dell’HIV dalla madre al bambino.

La British HIV Association (BHIVA) raccomanda che le donne che stanno già assumendo farmaci anti-HIV e rimangono incinte possano di solito continuare a prendere lo stesso farmaco durante la gravidanza. Inoltre, BHIVA elenca raltegravir (in combinazione con altri farmaci) come opzione che può essere considerata per le donne che iniziano il trattamento dell’HIV in gravidanza, a seconda delle loro circostanze individuali. Raccomandano il dosaggio due volte al giorno delle compresse da 400 mg durante la gravidanza.

I bambini possono prendere raltegravir?

Le compresse o i granuli masticabili sono disponibili per i minori di 12 anni.

Parlare con il medico

Se hai dubbi sul trattamento o su altri aspetti della tua salute, è importante parlarne con il medico.

Ad esempio, se hai un sintomo o un effetto collaterale o se hai problemi a prendere il trattamento ogni giorno, è importante che il medico lo sappia. Se sta assumendo qualsiasi altro farmaco o droghe ricreative, o se si dispone di un’altra condizione medica, questo è anche importante per il medico di conoscere.

Costruire una relazione con un medico può richiedere tempo. Si può sentire molto comodo parlare con il medico, ma alcune persone trovano più difficile, in particolare quando si parla di sesso, salute mentale, o sintomi che trovano imbarazzante. È anche facile dimenticare le cose di cui volevi parlare.

Prepararsi per un appuntamento può essere molto utile. Prenditi un po ‘ di tempo per pensare a cosa stai per dire. Potresti trovare utile parlare prima con qualcun altro o prendere appunti e portarli al tuo appuntamento.

Per informazioni dettagliate su questo farmaco, visitare la pagina raltegravir nella AZ dei farmaci antiretrovirali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.