Pure Storage revenue growth sbatte in wall Covid-19

I problemi pandemici di Covid-19 hanno sostanzialmente ridotto la crescita dei ricavi di Pure nel secondo trimestre 2021.

I ricavi sono cresciuti del due per cento a $403.7 m a/A e le perdite sono leggermente migliorate da Pure 66m a $64.98 m. Questa è una crescita molto inferiore rispetto alle percentuali a doppia cifra Pure ha costantemente registrato negli ultimi 20 trimestri.

I ricavi del prodotto di $272.3 m sono diminuiti del nove per cento rispetto all’anno fa $300.1m, mentre i servizi di abbonamento i ricavi sono aumentati del 37% da $96.2 m $131.4 m. La società ha contabilizzato $724.8 m in differita di ricavi per il trimestre, in crescita del 2,6% Q/Q e il 19,3% Y/Y.

William Blair, analista Jason Ader detto abbonati: “Nonostante la rispettabile trimestre, una crescita del fatturato del 2% rappresentato un record negativo per l’azienda, come gli effetti negativi di COVID-19 continua a pesare sui globale di spesa per l’ambiente in generale e di settore, in particolare.”

L’analista senior di Wells Fargo Aaron Rakers ritiene che l’aumento delle entrate differite ” rifletta l’espansione degli abbonamenti.”La pipeline totale di opportunità di Pure per il terzo trimestre è superiore a quella del secondo trimestre, ma rimane in una fase precedente, secondo Rakers. Ha detto che questo evidenzia la riapertura e la riapertura degli Stati Uniti come un impatto negativo sulle decisioni di spesa (rispetto alla riapertura dell’Europa e alla migliore spesa).

Ha detto agli abbonati: “Con evidenti pressioni nella spesa per le infrastrutture on-premise, pensiamo che i risultati di Pure mostreranno una relativa sovraperformance rispetto ai suoi pari di storage.”Rakers ha detto Pure aveva visto tassi di vincita coerenti e in particolare compete contro i sistemi PowerMax di fascia alta Dell EMC.

Nelle sue osservazioni preparate, il CEO e presidente Charlie Giancarlo ha dichiarato: “L’ambiente attuale continua a sfidarci tutti. … Q2 è stato un quarto di ripianificazione per molte organizzazioni. Le aziende si sono soffermate a considerare il futuro e a rivalutare la loro direzione tecnologica, allineandola alla nuova realtà che le loro organizzazioni devono affrontare. Sebbene la situazione rimanga fluida, riteniamo che la seconda metà dell’anno vedrà le aziende tornare e persino accelerare la trasformazione digitale.”

Il CFO Kevin Krysler ha dichiarato: “Siamo particolarmente soddisfatti della forte crescita sostenuta e dello slancio dei nostri servizi in abbonamento che offrono ai clienti un’esperienza simile al cloud con maggiore flessibilità e costi totali di proprietà convincenti.”

Grafico che mostra graficamente il rallentamento della crescita dei ricavi nel secondo trimestre 2021 (linea verde)

Sintesi finanziaria:

  • GAAP margine lordo del 68%
  • flusso di cassa Operativo $il 50,7 milioni di euro, in rialzo di $1,9 milioni Y/Y
  • Free cash flow di $25.7 m, fino a $5,8 m Y/Y
  • Totale disponibilità liquide e investimenti di $1,3 miliardi

Puro aggiunti 350 nuovi clienti nel trimestre, in crescita da 300 nel trimestre precedente e 450 di un anno fa, e prendendo il totale numero clienti per 8,150.

I ricavi USA sono stati di $282 milioni, pari al 69% dei ricavi totali e in calo del 4,5% A/A, mentre i ricavi internazionali sono stati di $124 milioni, in aumento del 20% A/A. Giancarlo ha detto: “La crescita e la forza che abbiamo visto dal nostro business internazionale nel trimestre fornisce un’indicazione precoce, ma positiva, di un aumento delle richieste per le nostre soluzioni quando i livelli di crisi creati dal calo di COVID-19.”

Pure non fornisce una guida formale per il prossimo trimestre, ma prevede informalmente che le entrate totali saranno approssimativamente piatte in sequenza. Giancarlo ha dichiarato: “Sono fiducioso nelle nostre opportunità, nella nostra strategia a lungo termine e nella capacità di riaccelerare la crescita all’uscita dalla crisi globale.”

– Pubblicità –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.