Pro e contro del software Open Source

Con budget limitati, la necessità di personalizzazione e il desiderio di supporto agli utenti, non sorprende che il software open source (OSS) stia diventando sempre più popolare, specialmente nell’arena DevOps. Il software open source è scaricabile gratuitamente, può essere veloce da acquisire ed è spesso supportato dalle comunità di utenti. Tuttavia, come con la maggior parte delle cose, il software open source non è un proiettile d’argento per tutti i tuoi problemi.

Esaminiamo quattro pro e cinque contro del software open source e perché fare i compiti con OSS è parte integrante del successo della vostra applicazione.

Pro del software Open Source

1. Il software open source è scaricabile gratuitamente, incluso il codice sorgente.

Uno degli aspetti più interessanti del software open source è che è libero di scaricare e installare. Ciò consente la flessibilità di sperimentare con diversi OSS prima di prendere una decisione sulla direzione in cui si desidera dirigersi. Prove gratuite con software commerciale può aiutare ad alleviare alcuni dei rischi di acquisto, tuttavia, che può richiedere trascorrere del tempo con una persona di vendita, demoing il software, e un sacco di parlare prima che effettivamente arrivare a tuffarsi nel software. Il software open source garantisce inoltre l’accesso diretto al codice sorgente, consentendo ai team DevOps la possibilità di personalizzare i componenti OSS delle pipeline in base alle loro esigenze.

2. Popolare software open source può avere solo il supporto della comunità.

Uno dei contro del software open source è la potenziale mancanza di team di supporto dedicati. Tuttavia, OSS popolari-come Linux, Kubernetes e Selenium-hanno potenti comunità che supportano, mantengono e innovano con loro. La bellezza delle comunità open source è che gli sviluppatori sono incoraggiati a restituire al progetto e se siete alla ricerca di qualcosa di più specifico rispetto alla base OSS, qualcuno potrebbe aver già biforcuto il software e creato le caratteristiche che stai cercando.

3. Il software open source può portare all’innovazione.

La natura stessa dell’open source è che le persone che usano il software dovrebbero anche contribuire a migliorare detto software. Ciò porta le persone al di fuori del progetto iniziale a condividere non solo i loro pensieri e idee per migliorare il software, ma la capacità di entrare effettivamente e apportare i miglioramenti suggeriti. Le forcelle di OSS possono anche andare in una direzione completamente diversa rispetto all’intento iniziale del software, scatenando nuove idee, nuovo software e nuovi usi in base alle esigenze di determinati utenti. Il software open source aiuta ad alleviare i lock-in proprietari con i fornitori, il che è importante per l’agilità e la flessibilità richieste in DevOps.

4. Il software open source può aiutare le aziende a reclutare i migliori talenti.

Ci sono due modi principali le aziende possono utilizzare il software open source per reclutare. In primo luogo, se le aziende utilizzano determinati software open source nelle loro applicazioni, possono vedere chi è popolare in quella comunità OSS e quali sviluppatori stanno regolarmente apportando miglioramenti o innovando il software open source. Questi sviluppatori sono già intimamente familiarità con l’OSS vostra azienda utilizza, quindi dovrebbero essere in grado di migliorare più rapidamente il modo in cui si sta utilizzando tale software. In secondo luogo, se la tua azienda sviluppa un software, puoi scegliere di aprirlo, consentendo ai non dipendenti di mostrare non solo le loro abilità, ma anche di migliorare potenzialmente il tuo potenziale software in un modo che possa aiutare direttamente il tuo team attuale. Ancora una volta, gli utenti della comunità che sono altamente impegnati e innovativi potrebbero saltare in cima alla tua pipeline di reclutamento. Molti ingegneri DevOps conoscono e amano il software open source come Docker, Kubernetes e Jenkins e potrebbero sentirsi più a loro agio a far parte del tuo team se hanno almeno familiarità con gli strumenti che usi rispetto all’utilizzo di pipeline altamente proprietarie.

Contro del software Open Source

1. Software open source non significa software libero.

Ci sono diversi fattori di costo da considerare quando si sceglie il software open source. Software open source è quello di scaricare e installare gratuitamente, tuttavia, come con il software commerciale, software open source richiede ancora qualcuno per imparare, mantenere, e gestirlo. Il tempo delle persone è prezioso, quindi mentre il download e l’installazione effettivi potrebbero essere gratuiti, il tempo della persona nell’utilizzo del software costa ancora qualcosa. Alcuni progetti open source hanno pagato la manutenzione e il supporto disponibili, quindi dovrai pagare per il supporto o pagare qualcuno del tuo team per supportare il software. La necessità di manutenzione non è unica per il software open source, tuttavia, poiché OSS è scaricabile e installabile gratuitamente, è spesso pensato come un costo di 0 0.

2. Nessun supporto garantito.

Ancora una volta, non avere il supporto garantito non è sempre unico per il software open source, anche se i progetti commerciali hanno maggiori probabilità di avere un componente di supporto stabilito. Il rovescio della medaglia, i popolari progetti open-source probabilmente hanno anche componenti di supporto disponibili e / o grandi comunità di utenti che sono disposti ad aiutare. Tuttavia, OSS meno popolare e immaturo, non avrà il supporto della comunità più ampiamente utilizzato software open source ha, quindi è importante indagare come i progetti open source sono supportati prima di immergersi completamente in. A differenza del software commerciale, hai accesso al codice sorgente con OSS e puoi mantenerlo tu stesso come opzione finale.

3. Nessuno da incolpare se qualcosa va storto.

Quando le persone iniziano a utilizzare un nuovo strumento, prodotto o servizio, dà loro la pace della mente di avere una rete di sicurezza. Se qualcun altro è responsabile per la manutenzione del software che si utilizza e qualcosa va storto, si può provare a tenerli responsabili, soprattutto nel mondo commerciale. Nello spazio open source, è spesso responsabilità della comunità mantenere l’OSS, quindi non c’è direct out (o persona a cui urlare) se qualcosa va storto con il software.

4. Molti progetti open source vengono abbandonati.

Devi stare attento a selezionare OSS poiché ci sono molti progetti OSS abbandonati là fuori. I progetti open source spesso partono da un’esigenza specifica o perché uno sviluppatore pensava che sarebbe stato divertente. Quelle esigenze e idee di divertimento possono cambiare rapidamente, lasciando progetti open source nello specchietto retrovisore. Gli OSS più popolari hanno meno probabilità di essere abbandonati durante la notte, tuttavia, con una selezione così gigantesca di progetti open source là fuori, è fondamentale che i team facciano la loro due diligence sulla comunità e sul supporto di qualsiasi prodotto OSS specifico prima di scegliere di implementare il software attraverso i loro progetti.

5. Il software open source è distribuito sotto diverse licenze.

Due dei più popolari ombrelli di licenza software open source sono copyleft e permissive. Le licenze Copyleft, come GNU GPLv3, danno alle persone il diritto di distribuire liberamente copie e versioni modificate dell’OSS purché le opere derivate siano distribuite con la stessa licenza del progetto open source originale. A seconda di come si utilizza il software copyleft, questo potrebbe esporre la vostra azienda ad aprire il suo lavoro al mondo. Licenze permissive, come Apache License 2.0, hanno requisiti minimi su come è possibile distribuire il sistema operativo, come la necessità di includere una copia della licenza e copyright avviso con il software. Con licenze permissive, le opere derivate o le modifiche al codice sorgente non devono essere ridistribuite nella comunità open source.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.