Notizie

Il 4 aprile alle 17:00 in Sanders Classroom 212, Spitzer Auditorium, il Dr. Peter Galison, consegnerà la conferenza di Pauline Newman ’47 Distinguished, su “Buchi neri, scatole nere e l’immagine oggettiva”.
Il programma Scienza, Tecnologia e Società è lieto di annunciare che Pauline Newman ’47 Distinguished Speaker in Science, Technology, and Society per 2019 sarà il Dr. Peter Galison. Dr. Galison è il professore Joseph Pellegrino University in Storia della Scienza e della Fisica presso l’Università di Harvard. Ha pubblicato ampiamente su argomenti relativi alla filosofia della scienza, tra cui questioni riguardanti l’oggettività e l’estetica nella ricerca scientifica.
La laurea di Peter Galison è di Harvard (1977), il suo M. Phil. Da Cambridge nel 1978. Da Harvard, ha ricevuto il suo dottorato di ricerca nel 1983 in fisica teorica delle alte energie e in storia della scienza. Recentemente, lui (e Robb Moss) ha co-diretto un documentario, Containment (2015), sulla necessità di proteggere i materiali radioattivi (e avvertire il futuro) per il futuro di 10.000 anni. I due hanno anche diretto Secrecy (2008), su national security secrecy, presentato in anteprima al Sundance Film Festival. Nel 1997, ha ricevuto una John D. e Catherine T. MacArthur Foundation Fellowship; ha vinto un premio Pfizer 1998 per la sua immagine e la logica 1997: Una cultura materiale della microfisica nella Storia della Scienza; nel 1999 ha ricevuto il premio Max Planck e Humboldt Stiftung. Membro dell’American Physical Society, è anche membro dell’American Academy of Arts and Sciences e dell’American Philosophical Society.
I libri di Galison includono Come finiscono gli esperimenti (1987), gli orologi di Einstein, le mappe di Poincaré (2003) e l’obiettività (con L. Daston, 2007). Il lavoro di Galison include la collaborazione con l’artista sudafricano William Kentridge su un’installazione multi-schermo, “The Refusal of Time” (2012). È co-fondatore della Black Hole Initiative, un centro interdisciplinare per lo studio di questi oggetti più estremi. La sua ricerca attuale è sulla storia e la filosofia dei buchi neri e, in un secondo progetto, sulla relazione mutevole della tecnologia con il sé. In materia digitale: co-dirige Critical Media Practice (formazione di una nuova generazione di studenti di dottorato per lavorare con i media digitali) e il Film Study Center, entrambi ad Harvard.
Sponsorizzato dal Programma in Scienza, Tecnologia e Società (STS).
Vassar College si sforza di rendere i suoi eventi, spettacoli e strutture accessibili a tutti. Le persone con disabilità che richiedono sistemazioni speciali devono contattare l’ufficio delle attività del Campus almeno 48 ore prima di un evento, dal lunedì al venerdì, al numero (845) 437-5370. Senza un preavviso sufficiente, lo spazio e/o l’assistenza appropriati potrebbero non essere disponibili. Informazioni dettagliate sull’accessibilità a strutture specifiche del campus sono disponibili sul sito web Accessibilità e opportunità educative.

Vassar College è un collegio di arti liberali coeducational, indipendente, residenziale fondata nel 1861.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.