Il nostro programma Progressive Thought

Da un movimento antitrust rianimato che cerca di rompere le società private monopolistiche a un movimento operaio ri-energizzato, molte idee grandi e audaci per la ristrutturazione dell’economia americana stanno diventando mainstream. Mentre sopportiamo le sfide di una volta nella vita, vediamo un segno di qualcosa di più profondo in mezzo al caos: la morte di una visione del mondo e l’ascesa di un’altra.

Crediamo che una nuova comprensione condivisa si stia formando tra i progressisti, compresi molti economisti: su come la nostra economia può funzionare per più persone, come la nostra politica e la società possono risolvere i problemi e come possiamo vivere i nostri valori. Questa nuova visione del mondo progressista prevede un’economia globale libera dal dominio aziendale e rinvigorita da voci appena autorizzate. Il nuovo progressismo prende sul serio il potere del governo di fare del bene in molti modi: impostare guardrail e regole per il mercato; fornire direttamente beni e servizi; fissare obiettivi economici e catalizzare il cambiamento. È essenziale, nella nuova visione del mondo, che il governo sia progettato pensando alle preoccupazioni pubbliche e che funzioni per il bene pubblico.

Attraverso il nostro programma progressive thought, ci assicuriamo che la nuova visione del mondo sia radicata in una vasta gamma di ricerche empiriche, studi accademici e analisi politiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.