Il Corano arabo Corpus-Traduzione

Benvenuti nel Corano arabo Corpus, una risorsa linguistica annotata per il Santo Corano. Questa pagina mostra sette traduzioni parallele in inglese per il 50 ° versetto del capitolo 33 (sūrat l-aḥzāb). Clicca sul testo arabo qui sotto per vedere parola per parola i dettagli della morfologia del versetto.

Vai

Capitolo (33) sūrat l-aḥzāb (Le forze combinate)

Sahih Internazionale: O Profeta, in verità ti abbiamo reso lecite le tue mogli alle quali hai dato il dovuto compenso e quelle che la tua destra possiede da ciò che Allah ti ha restituito, le figlie dei tuoi zii paterni e le figlie delle tue zie paterne e le figlie dei tuoi zii materni e le figlie delle tue zie materne emigrate con te e una donna credente se si dona al Profeta se il Profeta vuole sposarla, solo per te, esclusi i credenti. In verità sappiamo quello che abbiamo imposto loro riguardo alle loro mogli e a coloro che possiedono la loro destra, affinché non vi sia alcun disagio. Allah è perdonatore, Misericordioso.

Pickthall: O Profeta! Ecco! Abbiamo fatto lecito di te, le tue mogli, a cui tu hai pagato le loro doti, e quelli che la tua mano destra possesseth di coloro che Allah ha dato a te, come bottino di guerra, e le figlie di tuo zio, il padre e le figlie delle tue zie parte del padre, e le figlie di tuo zio, la madre e le figlie delle tue zie parte della madre, emigrato con te, e una donna credente, se lei dare a se stessa, il Profeta, il Profeta, il desiderio di chiedere a lei in matrimonio – un privilegio per te, non per il (resto del) i credenti, Siamo Consapevoli di quello che ordinammo loro riguardo alle loro mogli e a coloro che possedevano la loro destra, affinché tu sia esente da colpe.Allah è perdonatore, Misericordioso.

Yusuf Ali: O Profeta! Ti abbiamo reso lecite le tue mogli alle quali hai pagato i loro doni, quelle che la tua destra possiede tra i prigionieri di guerra che Allah ti ha assegnato, le figlie dei tuoi zii e delle tue zie paterne, le figlie dei tuoi zii e delle tue zie materne che sono emigrate con te; e qualsiasi donna credente che si dedichi al Profeta, se il Profeta vuole sposarla, questo è solo per te e non per i Credenti. Sappiamo quello che abbiamo stabilito per loro riguardo alle loro mogli e ai prigionieri che hanno la loro destra, affinché non vi siano difficoltà per te. Allah è perdonatore, misericordioso.

Shakir: O Profeta! sicuramente Abbiamo fatto lecito a voi le vostre mogli che tu hai dato loro doti, e coloro che la mano destra possiede di coloro che Allah ha dato a voi come prigionieri di guerra, e le figlie dei tuoi zii paterni e le figlie del tuo paterno zie, e le figlie dei tuoi zii materni e le figlie dei tuoi zii materni fuggì con lei; e una donna credente, se lei stessa ha dato al Profeta, se il Profeta desiderato sposare– appositamente per voi, non per il (resto del) credenti; Sappiamo quello che abbiamo stabilito per loro riguardo alle loro mogli e a coloro che hanno la loro destra, affinché non vi colpiscano.Allah è perdonatore, Misericordioso.

Muhammad Sarwar: Profeta, ti abbiamo reso lecite le tue mogli che hai dato in dote, le schiave che Dio ti ha dato in dono, le figlie dei tuoi zii e zie, paterne e materne, che sono emigrate con te. La donna credente, che si è offerta al Profeta e che il Profeta potrebbe voler sposare, sarà specialmente per lui, non per gli altri credenti. Sapevamo cosa obbligare loro riguardo alle loro mogli e alle loro schiave, affinché non vi trovaste in difficoltà. Allah è perdonatore, misericordioso.

Mohsin Khan: O Profeta (Muhammad SAW)! In verità, Abbiamo reso lecito a voi le vostre mogli, a cui hanno pagato la loro Mahr (nuziale denaro dato dal marito alla moglie al momento del matrimonio), e quelle prigionieri o schiavi) che la mano destra possiede – che Allah ha dato a voi, e le figlie del tuo ‘Amm (zii paterni) e le figlie del tuo ‘Amma (paterno zie) e le figlie del tuo Khal (zii materni) e le figlie del tuo Khalah (le zie materne) che migrato da Makkah) con voi, e una donna credente, se lei si offre come il Profeta, il Profeta vuole sposarla; un privilegio per voi, non per i credenti. In verità sappiamo quello che ordinammo loro riguardo alle loro mogli e a coloro che possedevano la loro destra, affinché non vi fossero difficoltà. Allah è perdonatore, Misericordioso.

Arberry: O Profeta, Abbiamo fatto lecito di te, le tue mogli, le quali hai dato la loro salari e ciò che la tua mano destra possiede, bottino di guerra, che Dio ha dato a te, e le figlie dei tuoi zii paterni e le zie paterne, i tuoi zii materni e zie materne, che sono emigrati con te, e ogni donna credente, se vuole dare di sé al Profeta e se il Profeta desiderio di prendere il suo matrimonio, una per te, esclusivamente, a parte i credenti — sappiamo che ciò che Abbiamo loro imposto di toccare le loro mogli e le loro mani giuste propria — che non ci può essere nessuna colpa in te; Allah è perdonatore, misericordioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.