Gli studenti pesano pro e contro della presidenza di Obama

POTTSTOWN – I media fa molto della capacità di Barack Obama di ispirare i giovani e come la sua candidatura li ha spinti alle urne in massa.

Ma prima di assegnare motivi cookie-cutter per gli adolescenti di oggi o fare l’errore di supporre che sono di una sola mente sul prossimo presidente, si potrebbe desiderare di incontrare questi quattro studenti delle scuole superiori Pottstown.

Raccolti dal preside Stephen Rodriguez su richiesta del Mercury, gli anziani Amaris Means, 19, Melissa Cook, 18, Shawn Meidinger, 18 e Michael Gordon, 18, hanno dimostrato che la diversità politica americana può essere trovata anche nel campione più piccolo. Entrambe le giovani donne hanno espresso il loro primo voto per Obama, anche se per motivi diversi, mentre sia Meidinger che Gordon hanno votato per McCain, anche per motivi diversi.

“McCain era timido, non mi piaceva”, ha detto Means, insistendo sul fatto che il suo aggettivo è valido.

Per quanto riguarda Obama, Means ha detto di aver originariamente sostenuto la candidatura di Hillary Clinton ed è stato in grado di votare per lei nelle primarie, ma ha sostenuto Obama perché “Mi è piaciuto molto quello che rappresentava.”

Ciò che Obama e la maggior parte degli altri democratici rappresentano è” una grande spesa ” e l’aumento del deficit, ha detto Meidinger, che ha affermato di aver sostenuto McCain a causa della sua esperienza militare, che crede sarà cruciale negli anni a venire.

Ha detto di non credere che la corsa di Obama renda questa inaugurazione più storica di qualsiasi precedente inaugurazione, notando che il Civil Rights Act “è stato emanato anni fa e gli afro-americani hanno ottenuto la loro libertà allora.”

Gordon ha anche votato per McCain, dicendo che non pensava che il portabandiera repubblicano “fosse così negativo come alcuni degli spot lo hanno fatto sembrare.”Ha detto che pensava che McCain” stava correndo per le giuste ragioni.”

Cook ha detto che non ha prestato molta attenzione alla politica, ma si stabilì su Obama in parte perché “Ho pensato che si rappresentava bene. Parla come un leader.”

Per cavalcare il filo della diversità un po ‘ più in profondità, è interessante notare che tutti e quattro gli adolescenti hanno confessato che i loro genitori erano anche divisi in termini di fedeltà, anche se Meidinger ha detto che suo padre non vota più.

“Dice che sono tutti truffatori e sono tutti uguali. Lui e mia madre hanno una battaglia circa una volta alla settimana”, ha detto Meidinger.

Cook ha detto che sua nonna era sorpresa quando ha sentito Melissa aveva votato per Obama ,” ma lei era rispettoso e ha detto che dovrei fare le mie scelte.”

“Mia madre ha votato per McCain, ma mio padre ha votato per Obama e avrebbero cercato di fare pressione su di te quando pensavano che l’altro non stesse guardando”, ha detto Means con una risata. “Ma non ha avuto alcun effetto su di me comunque.”

Politica presidenziale certamente avrebbe dovuto essere nulla di sconosciuto a qualsiasi studente di Pottstown liceo dato che l ” ex presidente Bill Clinton ha visitato la scuola nel mese di aprile per la campagna per la candidatura di sua moglie. Ma tutti e quattro gli anziani hanno detto che la visita ha avuto poco impatto su di loro o le loro scelte.

Come membro del programma ROTC Junior dell’Air Force della scuola, Gordon ha anche avuto la possibilità di incontrare l’ex presidente, “ma ha parlato soprattutto del Kosovo.”

E Gordon rimase fedele al suo candidato nonostante la visita di un democratico di alto profilo.

Meidinger ha notato che la visita di Clinton “non mi importava”, ma ha notato che era entusiasta quando il presidente Bush è venuto attraverso la città durante la sua campagna di rielezione in 2004.

Tutti e quattro gli studenti hanno detto che speravano che il presidente Obama sarebbe stato in grado di lavorare con entrambe le parti per affrontare i gravissimi problemi che affliggono il paese, anche se alcuni erano più scettici delle sue possibilità di successo rispetto ad altri.

“In realtà, tutti hanno l’obbligo di cercare di risolvere le cose”, ha detto Gordon. “Sarebbe stupido per il Congresso non essere d’accordo con ciò che vuole fare solo perché proviene da un partito diverso.”

Gli studenti credevano che le attuali turbolenze in Medio Oriente e l’economia in difficoltà sarebbero state la prima priorità di Obama. I combattimenti tra Israele e Hamas a Gaza “sono una minaccia per la nostra sicurezza”, ha detto Meidinger, “e ha bisogno di lavorare per cercare di fare la pace.”

Means e Gordon sono d’accordo, ma hanno detto che l’economia deve anche essere molto importante perché sta interessando gli americani in questo momento.

“Per me, la recessione è la più importante perché mi colpisce”, ha detto Gordon.

“Sì”, ha aggiunto Cook, “Mi sto preparando per andare al college, ma il mio fondo universitario vale sempre meno.”

Una recessione che si trasforma in una depressione può mettere troppe persone senza lavoro da ignorare, detto significa.

Sapendo che questi problemi incombevano, che tipo di persona cerca il posto di essere responsabile per risolverli?

“Sapeva in cosa si stava cacciando”, disse Cook. “Era consapevole di ciò che un presidente potrebbe avere a che fare con ed è ovviamente un leader forte; dopo tutto, è arrivato fino a questo punto.”

Significa che crede che Obama abbia corso perché ha visto la tempesta economica in arrivo ” e non voleva vedere il paese andare in depressione. Ha fatto i compiti, ma l’ha fatto per il suo paese.”

“Penso che stesse andando per la mossa storica”, ha detto Meidinger. “Penso che volesse essere il primo.”

Come primo, tutti gli studenti hanno riconosciuto che Obama avrebbe affrontato alcune sfide uniche, ma il fatto stesso che Obama è stato eletto dimostra che la maggior parte del paese ha in qualche forma o in un altro venire a patti con le questioni razziali a lungo bollenti dell’America, ha aggiunto Gordon.

“Ogni presidente ha dovuto affrontarlo in qualche modo”, ha detto Gordon. “Tutti i presidenti bianchi hanno affrontato lo scetticismo della comunità nera, che ciascuno era solo un altro ragazzo bianco.'”

Tuttavia, Gordon ha concluso, anche se non ha votato per lui, si accontenta di avere Obama in carica.

“Sembra una persona di buona qualità e sembra avere le giuste competenze per fare il lavoro”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.