Fisiologia, Sonno Articolo

Significato clinico

Insonnia

Questo è il termine generico per qualsiasi malattia che causa difficoltà ad addormentarsi e rimanere addormentati. Questa è la più comune delle malattie del sonno ed è comunemente correlata a fattori di stress psicologici, ambienti di sonno poveri, orari di sonno irregolari o eccessiva stimolazione mentale, fisica o chimica.

Apnea ostruttiva del sonno

Si tratta di una malattia in cui si verificano importanti pause nella respirazione durante il sonno secondarie a un processo ostruttivo, come il collasso delle vie aeree secondario all’obesità o alla debole muscolatura faringea. Quando le vie aeree collassano, la respirazione si ferma e l’ipossia spinge il corpo a risvegliarsi dal sonno profondo per respirare di nuovo. Quando ciò si verifica regolarmente durante la notte, il sonno ristoratore non è possibile. Ci sono 3 gradi di malattia con apnea ostruttiva del sonno Lieve, moderata e grave. Lieve O è quando ci sono 5 a 14 episodi di apnea in un’ora. Moderato è quando ci sono 15 a 30 episodi di apnea in un’ora. Grave O è quando ci sono 30 o più episodi di episodes in un’ora. La terapia di pressione positiva delle vie aeree caratterizza il trattamento di O: Pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP) e pressione positiva a due livelli delle vie aeree (BiPAP). CPAP è un’integrazione a pressione costante che fa sì che le vie aeree si aprano tenendo conto del flusso d’aria. BiPAP è quando la supplementazione di pressione positiva viene alterata tra 2 pressioni consentendo il beneficio di splintaggio della pressione positiva, ma anche consentendo una migliore ventilazione del polmone rispetto al CPAP. Utilizzati anche come terapia sono dispositivi di avanzamento mandibolare e terapia chirurgica come uvulopalatofaringoplastica, adenotonsillectomia e avanzamento maxillomandibolare. La terapia tradizionale è un’integrazione positiva delle vie aeree, non chirurgica.

Apnea del sonno centrale

Questa malattia è simile a apnea ostruttiva del sonno. Tuttavia, la sua eziologia è correlata alla diminuzione intrinseca e, in definitiva, al fallimento dell’unità respiratoria o dei meccanismi durante il sonno. Tali malattie includono la sindrome da ipoventilazione centrale congenita (la maledizione di Ondine) o l’insufficienza cardiaca congestizia. Quando la respirazione non si verifica in modo efficace, il corpo si risveglierà dal sonno profondo per correggere l’ipossia. Il trattamento consiste nella terapia CPAP, nella terapia BiPAP, nella servoventilazione adattiva o nella terapia medica con acetazolamide o teofillina.

Apnea del sonno misto

Noto anche come apnea del sonno complesso) è una combinazione di entrambi apnea ostruttiva del sonno e sintomi di apnea del sonno centrale. Questa è una malattia in cui i pazienti con sintomi di apnea ostruttiva del sonno sviluppano sintomi di apnea centrale del sonno dopo il trattamento con terapia CPAP durante uno studio sul sonno. Il trattamento è tipicamente terapia CPAP molto bassa pressione.

Anomalie della grelina-leptina

La durata del sonno ha avuto un ruolo significativo nel mantenimento del peso corporeo. La teoria qui è che uno squilibrio nei due ormoni essenziali legati alla fame (leptina e Grelina) è aberrante con alterate abitudini del sonno. La leptina è fatta dalle cellule adipose e funziona per regolare l’equilibrio energetico inibendo il desiderio di fame. La grelina è l’ormone controregolatore della leptina prodotto dalle cellule colinergiche nel tratto gastrointestinale ed è responsabile dell’aumento dell’appetito incoraggiando così la fame. Notti di sonno più brevi sono associate a leptina ridotta e grelina elevata. Queste differenze nella leptina e nella grelina probabilmente portano ad un aumento dell’appetito, probabilmente spiegando l’aumento del BMI osservato con notti insonni. Questa aberrazione è comunemente associata a O, a causa del fatto che l’aumento del BMI è direttamente correlato allo sviluppo di O. Il trattamento qui è quello di dormire costantemente da 7 a 8 ore a notte.

Narcolessia

La causa esatta della narcolessia è sconosciuta e questa è una diagnosi di esclusione. Essenzialmente la normale progressione del sonno da NREM 1 a 3 in REM è difettosa. Quando una persona si addormenta, salta NREM e progredisce direttamente in REM. Questo è caratterizzato da episodi di sonnolenza diurna, cataplessia e occasionalmente allucinazioni durante il giorno che possono essere innescate da emozioni estreme. Molte persone con narcolessia soffrono anche di insonnia.

Sonnambulismo

Uno stato di sonno combinato e veglia che porta al sonno-camminare. Il sonnambulismo è quando una persona cammina di esegue azioni senza controllare consapevolmente il movimento o avere un ricordo dell’evento. Questa malattia non è completamente compresa, ma è stata associata ad un aumento del sonno a onde lente e alla privazione del sonno, e ci sono prove che esiste una componente genetica dell’eredità. La terapia principale consiste di benzodiazepine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.