Fattore di qualità-Radiazione

La dose equivalente (simbolo HT) è una quantità di dose calcolata per i singoli organi (indice T – tessuto). La dose equivalente si basa sulla dose assorbita da un organo, aggiustata per tenere conto dell’efficacia del tipo di radiazione. Dose equivalente è dato il simbolo HT. L’unità SI di HT è il sievert (Sv) o ma rem (roentgen equivalent man) è ancora comunemente usato (1 Sv = 100 rem). L’unità di sievert prende il nome dallo scienziato svedese Rolf Sievert, che ha fatto molti dei primi lavori sulla dosimetria nella radioterapia.

Come è stato scritto, ai fini della protezione dalle radiazioni, la dose assorbita viene calcolata in media su un organo o tessuto, T, e questa media della dose assorbita viene ponderata per la qualità delle radiazioni in termini di fattore di ponderazione delle radiazioni, wR, per il tipo e l’energia delle radiazioni incidenti sul corpo. Il fattore di ponderazione della radiazione è un fattore adimensionale utilizzato per determinare la dose equivalente dalla dose assorbita media su un tessuto o organo e si basa sul tipo di radiazione assorbita. La dose ponderata risultante è stata designata come dose equivalente di organi o tessuti:

dose equivalente - equazione di definizione

Fattore di Qualità

fattore di qualità - radiazioniIl fattore di qualità della radiazione tipo è definito come il rapporto tra il danno biologico prodotto dall’assorbimento di 1 Gy di radiazioni per il danno biologico prodotto da 1 Gy di raggi X o raggi gamma.

Il Q di un certo tipo di radiazione è legato alla densità delle tracce ioniche che lascia dietro di sé nel tessuto. I fattori di qualità per i vari tipi di radiazioni sono elencati nella tabella.

Questi fattori di qualità sono limitati alla gamma di dosi di interesse per la radioprotezione, cioè all’entità generale dei limiti di dose. In circostanze particolari in cui si tratta di dosi più elevate che possono causare effetti deterministici, i valori RBE rilevanti vengono applicati per ottenere una dose ponderata.

Fattore di ponderazione delle radiazioni

 Fattori di ponderazione delle radiazioni-corrente-ICRP
Fonte: ICRP Publ. 103: Le raccomandazioni del 2007 della Commissione internazionale per la radioprotezione

Nella radioprotezione, il fattore di ponderazione delle radiazioni è un fattore adimensionale utilizzato per determinare la dose equivalente dalla dose assorbita media su un tessuto o organo e si basa sul tipo di radiazione assorbita. In passato è stato utilizzato per questo scopo un fattore simile noto come fattore di qualità. Il fattore di ponderazione delle radiazioni è una stima dell’efficacia per dose unitaria della radiazione data rispetto allo standard low-LET.

Prima del 1990, le quantità dose-equivalenti erano definite in termini di un fattore di qualità, Q(L), che veniva applicato alla dose assorbita in un punto per tenere conto delle differenze negli effetti dei diversi tipi di radiazioni. Nelle sue raccomandazioni del 1990, l’ICRP ha introdotto un concetto modificato. Ai fini della protezione radiologica, la dose assorbita viene calcolata in media su un organo o tessuto, T, e questa media della dose assorbita viene ponderata per la qualità delle radiazioni in termini di fattore di ponderazione delle radiazioni, wR, per il tipo e l’energia delle radiazioni incidenti sul corpo.

Il motivo della sostituzione del fattore di qualità, cioè il Q–L rapporto, con wR valori nella definizione dell’organo-dosi equivalenti e la dose efficace è che la Commissione ritiene che:

‘che il dettaglio e la precisione intrinseca nell’uso di un formale Q–L rapporto di modificare la dose assorbita per riflettere la maggiore probabilità di danno derivante dall’esposizione a radiazioni componenti con elevata LASCIARE non è giustificato a causa delle incertezze in radiological information’.

Degno di nota, questi due fattori, il fattore di ponderazione delle radiazioni e il fattore di qualità sono limitati alla gamma di dosi di interesse per la radioprotezione, vale a dire all’entità generale dei limiti di dose. In circostanze particolari in cui si tratta di dosi più elevate che possono causare effetti deterministici, i valori RBE rilevanti vengono applicati per ottenere una dose ponderata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.