Come fotografare superfici riflettenti

Fotografare superfici e oggetti riflettenti è di solito piuttosto impegnativo e può facilmente trasformare il lavoro del fotografo in un compito frustrante.

I riflessi sono una bestia difficile da domare, ma diventa più facile da controllare se conosci le regole. Quindi, in questo articolo ti mostrerò come creare un’immagine ad alto impatto con riflessi controllati, come quella qui sotto, con una tecnica davvero semplice, ma altamente efficace, e usando attrezzature che sicuramente già possiedi.

01

Una superficie riflettente agisce come uno specchio che riflette la luce, quindi se la sorgente luminosa dell’immagine proviene dalla stessa direzione della fotocamera, provoca riflessi speculari con conseguente macchie soffiate senza texture e un’immagine dall’aspetto generale scadente come la seguente fotografata con il flash montato sulla fotocamera.

02

Tutto si riduce ai principi di base della luce e al modo in cui si comporta, che è in realtà molto prevedibile. La legge della riflessione spiega questo fenomeno. Se progetto un raggio di luce su una superficie piana superficie riflettente come uno specchio, quindi l’angolo di incidenza è uguale a de angolo di riflessione, come il diagramma seguente illustra:

03

Così, la fisica a parte, che cosa questo significa veramente è che se si cerca di fotografare una superficie riflettente non si dovrebbe mai luce è la stessa angolazione della telecamera, in caso contrario si otterrà solo la luce che rimbalza subito indietro a voi (a seconda dell’angolo dell’oggetto).

Il trucco qui è quello di utilizzare una grande fonte di luce, e posizionarlo nella stessa angolazione opposta della fotocamera, in relazione all’oggetto fotografato (dietro di esso).

Puoi farlo con una testa flash da studio e un grande softbox, ma c’è un modo molto più semplice ed economico di farlo. Hai solo bisogno di un po ‘ di cartone bianco, un flash e un sistema di innesco per spararlo fuori dalla telecamera.

04

Ecco come è possibile utilizzare questa configurazione di illuminazione:

05

La luce del flash rimbalzato fuori il cartone è una fonte di luce molto più grande, che consente di controllare i riflessi sulla vostra immagine, creando gradienti che modellano l’oggetto, ed evitando riflessi speculari. Si noti che crea anche texture sullo sfondo della roccia.

06

Questa semplice tecnica consente di creare un sacco di diversi effetti di luce nella vostra immagine, a seconda di come si posiziona il flash, e l’angolo del cartone in relazione all’oggetto fotografato, che crea anche texture sulla pietra di sfondo e gocce d’acqua.

Ecco alcuni esempi di variazioni di luce su questo imag,e con solo alcuni piccoli aggiustamenti al posizionamento del cartone.

07

Sapendo che i raggi di luce sarà sempre rimbalzare da una superficie riflettente, nello stesso angolo in cui lo sciopero, rende possibile determinare il miglior posizionamento per la fotocamera e la sorgente di luce, prendendo in considerazione la famiglia di angoli, come si può vedere nel diagramma successivo.

08

La luce posizionata all’interno della famiglia di angoli produrrà una riflessione diretta e la luce al di fuori della famiglia di angoli non illuminerà affatto un soggetto simile a uno specchio, dal punto di vista della fotocamera.

Anche se le riflessioni su queste immagini non sono diretti, ma piuttosto diffusa riflessioni (che rende difficile calcolare l’angolo di luce di come è rimbalzato e dispersi in diverse direzioni), la famiglia di angoli di darvi una buona stima di come posizionare la tua luce in relazione all’angolo di macchina fotografica, per controllare i riflessi nell’immagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.