Che cos’è una richiesta di esame continuato (RCE) e quando ne hai bisogno?

Che cos’è una richiesta di esame continuato (RCE)?

Abbiamo discusso come un brevetto azione Ufficio finale non è realmente “finale”, nel senso che il richiedente avrà ancora la possibilità di presentare ulteriori risposte. Poiché un’azione finale dell’Ufficio limita le opzioni disponibili per una risposta, un richiedente potrebbe dover ricorrere a una richiesta di esame continuato (RCE) per presentare ulteriori modifiche e argomenti. Quindi un RCE entra in gioco quando si tratta di un’azione finale dell’ufficio.

Quando un RCE non è necessario?

Non tutte le azioni finali di Office richiedono un RCE. Se l’esaminatore ha indicato che alcune affermazioni sarebbero ammissibili, allora il richiedente può semplicemente presentare una risposta dopo-finale prendendo la materia ammissibile. Un RCE potrebbe anche essere inutile se il richiedente sta prendendo in considerazione solo restringendo le modifiche richiesta. Ad esempio, l’archiviazione di tale risposta post-finale con una richiesta AFCP può essere un’opzione. Spetterà all’Esaminatore se intratterranno una tale risposta post-finale. Il problema è se gli emendamenti di reclamo indurranno l’esaminatore a spendere più del tempo assegnato per ulteriori ricerche sui brevetti. Se l’Esaminatore sceglie di non inserire una risposta post-finale, emetterà un’azione di consulenza.

Inoltre, se un richiedente ha precedentemente presentato uno o più RCE e ha raggiunto la fine della strada con un particolare esaminatore, allora un appello di brevetto può avere più senso che presentare un altro RCE.

Quando deve essere archiviato un RCE?

Un RCE ha senso quando un richiedente ha ricevuto un’azione finale dell’ufficio e desidera apportare ulteriori modifiche e/o argomenti. In particolare, se gli emendamenti di rivendicazione contemplati richiederebbero all’esaminatore di eseguire una ricerca più ampia dell’arte precedente (o almeno far sì che l’esaminatore si senta in quel modo), allora un RCE sarebbe adatto.

A volte, condurre un’intervista esaminatore prima di presentare una risposta può essere utile per determinare se un RCE è garantito.

Quali sono i vantaggi del deposito di un RCE?

Un richiedente può sempre correre il rischio di rispondere a un’azione ufficio finale senza presentare un RCE. Tuttavia, il rischio è che tale risposta post-finale non possa porre la domanda in condizioni per l’indennità. A meno che il richiedente non stia pianificando di apportare semplici modifiche alla richiesta per prendere l’oggetto ammissibile, una risposta finale successiva contenente modifiche più sostanziali della richiesta e/o argomenti sostanziali porterà probabilmente a un’azione consultiva che affermi che un RCE dovrebbe essere archiviato.

Quindi, perché non presentare prima una risposta post-finale e aspettare di vedere se verrà richiesto un RCE in seguito? Il problema con questo approccio è che probabilmente richiederà costi di estensione se e quando l’esaminatore richiede un RCE. Il motivo è perché la data dell’azione finale dell’Ufficio (e non la data dell’azione di consulenza) è il punto di riferimento per eventuali ulteriori risposte da presentare dopo un’azione di consulenza. Quindi, se l’esaminatore emette un’azione di consulenza che richiede un RCE e si archivia l’RCE entro la data di 4 mesi dalla data dell’azione finale dell’Ufficio, ad esempio, sarà necessario pagare una tassa di estensione USPTO per un’estensione di 1 mese di tempo.

Quando è necessario un RCE per archiviare un ID?

Se un’azione finale dell’ufficio è in sospeso e deve essere depositata una dichiarazione di divulgazione delle informazioni, è fondamentale determinare la data in cui il richiedente è venuto a conoscenza dell’arte precedente (ad esempio, la data dell’azione dell’ufficio in una domanda estera di controparte). Se quella prima data di consapevolezza è inferiore a 3 mesi dalla data in cui l’ID è archiviato, il richiedente può evitare un RCE e semplicemente pagare una tassa USPTO nominale (grande/piccolo: $260/$130).

Se la data in cui il richiedente è venuto a conoscenza della nuova arte precedente è stata superiore a 3 mesi dalla data degli ID da presentare, il richiedente deve presentare un RCE per presentare gli ID.

Reimpostazione del contatore dell’esaminatore

A causa dell’elevato carico di casi, un esaminatore di brevetti ha un tempo limitato per esaminare ogni domanda e cercare l’art precedente pertinente. Se la risposta di un richiedente a un’azione di ufficio non finale non convince l’esaminatore a consentire il caso, allora l’esaminatore non ottiene alcun ulteriore credito emettendo una seconda azione non finale. Il sistema incentiva gli esaminatori di brevetti a emettere azioni finali e un RCE reimposta il contatore in modo che l’esaminatore abbia più tempo per rivedere le modifiche dei reclami e cercare di conseguenza l’arte precedente.

Come viene presentata una richiesta di esame continuativo?

La richiesta stessa è un modulo di trasmissione abbastanza semplice. L’RCE può presentare una risposta o successiva al deposito di una risposta post-finale. Nella maggior parte dei casi, è probabile che si desideri presentare una risposta all’azione di Office con ulteriori modifiche e/o argomenti in combinazione con l’RCE.

Qual è il costo di un RCE?

Alla data di questo post, la piccola entità USPTO tassa è di $600 per il primo RCE e 8 850 per la seconda e le richieste successive.

Esiste un limite al numero di domande di esame che possono essere presentate?

No, non esiste un numero massimo di RCE che un richiedente possa presentare. Ad un certo punto di una domanda in cui i progressi sono cessati, può avere più senso finanziario per un richiedente presentare ricorso piuttosto che presentare un altro RCE.

Cosa succede dopo che un RCE è stato archiviato?

In risposta a una risposta combinata di azione RCE e Office, un esaminatore può consentire un’applicazione. In caso contrario, l’esaminatore emetterà un’altra azione dell’Ufficio che in genere non sarebbe definitiva, specialmente se il richiedente ha introdotto ulteriori modifiche al reclamo e/o nuovi argomenti. Se stai tenendo il conto, questa sarebbe la seconda azione dell’ufficio non finale nel perseguimento dell’applicazione che non sarebbe rara. Il richiedente avrebbe la possibilità di rispondere a questa seconda azione non definitiva. Ad alcuni, il richiedente potrebbe dover prendere la difficile decisione di abbandonare o continuare a combattere.

Le due schede seguenti cambiano il contenuto qui sotto.

  • Bio
  • Ultimi Post
Vic Lin

il Mio profilo di Twitteril Mio profilo Google+il Mio profilo LinkedIn

Vic Lin

Avvio Avvocato di Brevetto | IP Capofila in materia di Innovazione il Diritto del Capitale del Gruppo

Ci allineano con Davids combattere Golia. I nostri avvocati brevettuali registrati lavorano come una squadra per dotare start-up e imprenditori con diritti di proprietà intellettuale solidi che facilitano il finanziamento, la crescita e le vendite. Email o chiamaci in modo che possiamo arrivare a lavorare sul tuo IP: (949) 223-9623 | [email protected]

Vic Lin

il Mio profilo di Twitteril Mio profilo Google+il Mio profilo LinkedIn

Ultimi messaggi di Vic Lin (vedi tutti)

  • Come brevetto finanziati dal governo invenzioni – 15 Marzo 2021
  • che Cosa è laches (ritardo) in un TTAB marchio caso? – 22 Febbraio 2021
  • Che cos’è un movimento di giudizio sommario TTAB? – Febbraio 16, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.