Celebrare il Ramadan con i bambini

Durante il nono mese del calendario islamico, che si basa sulle fasi lunari, i musulmani di tutto il mondo celebrano il Ramadan, un mese sacro di riflessione spirituale e digiuno. Il periodo di digiuno inizia in un momento diverso ogni anno in base ai cicli lunari, ma di solito è in aprile o maggio.

Mentre il digiuno può sembrare una pratica estrema per i non musulmani, questo periodo di benedizione sacrificale è pieno di auto-riflessione, celebrazioni familiari e pasti a tarda notte. Se stai celebrando i bambini delle vacanze, è importante infondere i valori musulmani tradizionali e allo stesso tempo portare un po ‘ di divertimento nel mix. Dopotutto, non digiuneranno al tuo fianco fino a dopo la pubertà.

Pratiche tradizionali del Ramadan

Durante il mese del Ramadan, le persone di fede islamica si svegliano prima dell’alba per un piccolo pasto e poi non mangiano di nuovo fino a quando il sole non tramonta di notte. La parola “Ramadan” deriva dalla parola radice “ramdhaa”, che significa “calore intenso del sole”, riferendosi alle condizioni ambientali di questa stagione di calendario. Dopo 30 giorni di sacrificio, le famiglie tengono una celebrazione di tre giorni di fast-breaking chiamato Eid al-Fitr. I bambini musulmani spesso ricevono regali e indulgere in ossequi durante il festival.

La legge islamica afferma che i bambini che non hanno ancora raggiunto la pubertà non sono tenuti a osservare il digiuno. Tuttavia, alcune famiglie hanno comunque i loro figli partecipare al digiuno, o trovano altri modi per insegnare ai loro figli la devozione, la generosità, la buona volontà e la padronanza di sé. Se la tua famiglia decide di digiunare, partecipa a semi-digiuni o non digiuna affatto, ecco alcuni modi per onorare la vacanza con i bambini.

  • Leggi i libri per bambini a tema: i libri per bambini, come il libro “Il mio primo Ramadan” di Karen Katz, introducono i principi della fede mussola ai bambini. Adatto per i più piccoli, questo libro di bordo segue un ragazzo mentre celebra la vacanza con la sua famiglia. Per i bambini più grandi, il libro, “Celebrating Ramadan,” di Diane Hoyt-Goldsmith presenta anche un ragazzo e la sua devota famiglia islamica, mentre spiega anche le credenze di base dell’Islam e trasmette la storia della vita del profeta Maometto.
  • Decora la tua casa: stelle e lune a mezzaluna animano le case delle famiglie musulmane durante questa vacanza di un mese. Coinvolgi i tuoi figli creando le tue versioni cartacee per la celebrazione Eid al-Fitr di tre giorni. Appendi le luci bianche a LED twinkly nelle stanze dei tuoi bambini, così si sentono come se fossero una parte speciale della vacanza. È inoltre possibile costruire l’eccitazione per Eid al-Fitr visualizzando una decorazione conto alla rovescia nella vostra casa, simile a un calendario dell’avvento cristiano. Ogni giorno il Ramadan progredisce, i vostri bambini possono attraversare fuori un numero sul calendario.
  • Insegnare ai bambini Ramadan saluti: Durante il Ramadan, fedeli musulmani salutano l’un l’altro dicendo “Ramadan Mubarak.”Questo saluto, che significa “beato Ramadan”, è solo un modo tradizionale che le persone accolgono gli amici durante questo tempo santo. Puoi aggiungere un po ‘di divertimento agli incontri casuali insegnando ai tuoi figli un saluto più eloquente come “Kul’ am wa en bi-khair”, che significa “Che ogni anno ti trovi in buona salute.”Dare ai tuoi figli un repertorio di saluti in giovane età consente loro di prendere parte a un discorso più adulto, insegnando loro anche i valori che custodiranno per tutta la vita.
  • Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti: cucinare come una famiglia crea lo sfondo perfetto per discutere di tutte le cose Ramadan. Inoltre, insegna ai tuoi figli come preparare piatti tradizionali allo stesso tempo. Chiedete ai vostri bambini per contribuire a rendere il pasto ogni notte durante il Ramadan, anche se questo significa stare oltre la loro ora di andare a dormire. I ricordi che formeranno mentre cucinano le ricette tradizionali del Ramadan creano un’eccitazione anticipata sapendo di avere una mano nel nutrire la famiglia affamata.
  • Festeggia Girgian: a metà del Ramadan-la notte 13, 14 o 15, a seconda del ciclo lunare-I bambini musulmani si vestono in costumi o abiti tradizionali e vanno porta a porta a raccogliere caramelle e denaro da amici e vicini. La celebrazione si chiama Girge’an, che significa “una miscela di cose”, ed è simile al dolcetto o scherzetto celebrato ad Halloween. Insegnare ai vostri bambini canzoni tradizionali a cantare lungo il loro viaggio o tenere una festa privata Girgian invitando altre famiglie islamiche a casa tua, lo scambio di doni, e poi rompere il digiuno della notte insieme.
  • Infondere valori Ramadan di ispirazione di dare: Incoraggiare i bambini a fornire un servizio per gli altri, risparmiando denaro per i bisognosi durante il mese di Ramadan. E ne fanno un affare di famiglia! Ad esempio, prendi i soldi che spenderesti per una tazza di caffè ogni giorno e mettili in un barattolo, mostrando il tuo impegno per la causa dei tuoi figli. Insieme, creare una banca mobile cibo che pende sopra il vaso donazione come promemoria. Poi, alla fine del Ramadan, usa i soldi per comprare cibo e donarli alla banca alimentare locale.
  • Godetevi una festa Eid Al-Fitr. Altrimenti noto come” Eid”, Eid Al-Fitr segna la fine del Ramadan con una celebrazione di più giorni che include la raccolta per vedere la luna nuova, le fiere di quartiere, le visite ai parchi di divertimento e mangiare dolci speciali. Decora sia la tua casa che i tuoi corpi lasciando che i bambini dipingano i tradizionali disegni all’henné sulle loro mani (o puoi farlo per loro). Disegna i nomi da un cappello per una notte di regali dove regali fatti a mano e vestiti nuovi sono sempre i benvenuti. Culminare la celebrazione con un picnic o barbecue cortile, completo di fuochi d’artificio legali. Forse invita anche alcuni non musulmani alla tua festa in modo che i tuoi figli possano prendere parte alla loro tradizionale festa di famiglia insieme agli amici (insegnando loro anche antiche usanze).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.