California passi tentativo di schiacciare il flusso di puppy mill cani, travestito da salvataggi, in locali, negozi di animali

Delizia Homan dice che è in amore con Taquito Pepe, un chihuahua che lei e suo marito, Bert, comprato a Ca Cucciolo di Westminster Mall. Hanno presto imparato che il cucciolo era malato di morte e ha dovuto spendere più di $15.000 in bollette veterinario per salvare la sua vita. (Foto di Mindy Schauer, Orange County Register/SCNG)

Mentre la California lavora per stringere le scappatoie nel suo divieto di cuccioli, lo stato dell’Iowa ha prestato una mano — chiudendo un presunto anello di riciclaggio di cuccioli che forniva animali malati ai negozi di animali di Golden State.

Nonostante le cure veterinarie superassero i $14.000, Churro morì circa un mese dopo essere tornato a casa. (Per gentile concessione di Kevyn Camacho e Robyn Whitman)

I californiani sono stati ingannati nel credere che i giovani cani di razza designer di cui si sono innamorati nei negozi di animali fossero salvataggi legittimi. La nuova legge della California richiede che tutti gli animali da compagnia siano salvati, e i negozi hanno fornito documenti che confermano che ogni cucciolo adorabile proveniva da organizzazioni non profit registrate nel Midwest, nonostante i cartellini dei prezzi che a volte si avvicinavano a $4,000 per cucciolo.

Molti di questi cuccioli “di salvataggio” sono morti di malattie comuni nelle fabbriche di cuccioli, anche dopo che i loro proprietari con il cuore spezzato hanno speso migliaia di dollari in cure veterinarie cercando di salvarli.

Si è scoperto che gli allevatori commerciali semplicemente registrati come organizzazioni non profit con l’Internal Revenue Service per aggirare il divieto cucciolo mulino della California, hanno detto le autorità-qualcosa che è abbastanza facile da fare.

Poiché i cuccioli provenivano da organizzazioni non profit registrate, i funzionari del controllo degli animali della California hanno dichiarato di essere impotenti a fermare le vendite.

Due negozi di cuccioli della Contea di Orange sono stati chiusi dopo che il Southern California News Group ha riferito della scappatoia e le cause intentate dagli attivisti per i diritti degli animali hanno chiuso molti altri.

L’azione del procuratore generale dell’Iowa e due fatture pendenti a Sacramento che mirano a riparare i buchi nel divieto del cucciolo, danno agli attivisti la speranza che i cattivi attori rimanenti si chiudano in breve tempo.

Vittoria in Iowa

L’anno scorso, il procuratore generale dell’Iowa Tom Miller ha intentato una causa sostenendo che due gruppi di salvataggio senza scopo di lucro, un broker commerciale e i loro ufficiali hanno trasferito illegalmente centinaia di cuccioli di designer attraverso “salvataggi” senza scopo di lucro a negozi di animali fuori dallo stato.

Le due organizzazioni non profit-Hobo K9 Rescue and Rescue Pets Iowa Corp. – trasferito almeno 3.600 cani in California, Illinois, Florida, Missouri e New Jersey per un periodo di tre anni, l’indagine di A. G. ha trovato. Hanno incluso Pomeranians, Shar-Peis, Malamute dell’Alaska, Barboncino-Yorkies e altre razze purosangue e designer ad alto prezzo.

I gruppi hanno ingannato i consumatori sulla vera fonte dei cuccioli e hanno abusato del loro status senza scopo di lucro per aggirare le leggi che vietano la vendita di cani “puppy mill”, ha accusato Miller.

” Gli imputati erano ufficiali sia del no-profit Hobo K9 che del for-profit J. A. K.’s, così sembra che devono pretendere di’ salvare ‘ cuccioli da se stessi-o dal for-profit puppy mill industria in cui partecipano,” querela di Miller presunto.

Il procuratore generale ha prevalso il mese scorso. Gli operatori hanno accettato di sciogliere le loro organizzazioni non profit “pet rescue”, cessare definitivamente le operazioni ingannevoli, pagare allo stato $60.000 e sottoporsi ad altre restrizioni come parte di un accordo.

Mentre i gruppi continuano a negare le accuse, hanno accettato la sentenza di consenso.

“Questo caso è stato il primo del suo genere portato da qualsiasi procuratore generale dello stato, e questo accordo garantirà che gli imputati non tentino mai più di eludere i divieti di “puppy mill””, ha detto Miller in una dichiarazione. “Questo risultato dovrebbe inviare un messaggio forte ad altri che stanno pensando di impegnarsi in attività fraudolente simili in Iowa.”

Mindi Callison, fondatrice e direttrice esecutiva di Bailing Out Benji, un’organizzazione no-profit dedicata alla lotta contro gli abusi di puppy mill in California e altrove, era soddisfatta del risultato, ma scoraggiata dal fatto che J. A. K. S. Cuccioli è ancora in grado di fare affari.

Il salvataggio di Benji ha scoperto come quei gruppi inviassero cuccioli a PetConnect Rescue a Joplin, nel Missouri, che poi inviavano i cuccioli a negozi di animali in tutta la California.

“Ottenere Iowa a bordo suona come un grande passo; speriamo, possiamo ottenere altri stati come Missouri a bordo pure,” ha detto Joe Simmons, un veterinario di emergenza a Huntington Beach che ha curato diversi cuccioli malati.

Inasprimento del divieto della California

Bert e Delight Homan comprarono Taquito Pepe al CA Puppy di Westminster Mall solo per apprendere che il chihuahua era malato di morte. Dopo aver speso più di $15.000 in bollette veterinario, la famiglia, tra cui il loro pappagallo, Lola, ora sta facendo bene. (Foto di Mindy Schauer, Registro della contea di Orange / SCNG)

Taquito Pepe è stato uno dei fortunati. Delizia Homan vagato nel CA Puppy store a Westminster Mall lo scorso autunno e si innamorò immediatamente con il piccolo Chihuahua. Ma poco dopo essere tornato a casa, il cucciolo si ammalò gravemente. Homan e il marito Bert hanno speso più di $15.000 per ottenere Taquito bene-e circa sei mesi dopo, è un delizioso vortice di gioia sfrenata cucciolo.

Gli studenti dell’Huntington Beach college Kevyn Camacho e Robyn Whitman non sono stati così fortunati. Hanno preso Churro, un bassotto di razza, nello stesso negozio. Aveva Parvo, tosse da canile, cimurro e vari virus respiratori. La sua cura veterinario ha superato $14.000, e un mese agonizzante dopo essere tornato a casa, era morto.

L’azione Iowa dovrebbe aiutare a prevenire tali tragedie in California, ha detto Judie Mancuso, presidente della Compassione sociale nella legislazione e sponsor del puppy mill ban. E due fatture mirano a stringere ulteriormente le cose.

AB 2117 di Assemblyman Patrick O’Donnell, D-Long Beach, vieterebbe negozi di animali da vendere cani, gatti o conigli a meno che gli animali provenivano da un ente pubblico di controllo degli animali o riparo. Inoltre renderebbe la vendita degli animali del mulino del cucciolo un crimine.

AB 2152, di Assemblyman Todd Gloria, D-San Diego, vieterebbe negozi di animali da vendere cani, gatti o conigli del tutto. Soprannominato “Atto di Bella”, dopo un Corgi che è stato” allevato illegalmente e disumanamente in un mulino per cuccioli”, consentirebbe ai negozi di animali di fornire spazio a rifugi pubblici e gruppi di soccorso per mostrare animali adottabili, purché i negozi di animali non abbiano alcun interesse di proprietà negli animali e non ottengano un risarcimento per aver fornito spazio. Le violazioni sarebbero un crimine.

Le bollette sono ancora lavori in corso. Un limite alla quantità di denaro salvataggi e rifugi possono richiedere come una tassa di adozione — a $500 o giù di lì — è allo studio per annullare il motivo di profitto cucciolo una volta per tutte.

“Il tetto finanziario è perfetto perché se togliamo i profitti, non ci sarà alcun incentivo per i truffatori”, ha detto Simmons, il veterinario. Ha sottolineato che alcuni salvataggi finanziati privatamente hanno spese nell’intervallo $200-300 per animale domestico, “quindi c’è una linea sottile tra l’arresto dei truffatori e l’inibizione dei salvataggi legittimi dal fare il loro lavoro.”

I legislatori sono determinati a trovare un equilibrio. “Non continueremo più a facilitare o tollerare la crudeltà dei cuccioli in California”, ha detto Gloria in una dichiarazione preparata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.