Adderall sul posto di lavoro: 7 Segnali di pericolo Hai superato la linea e hai bisogno di aiuto

Che molte persone abusano Adderall sperando di migliorare le prestazioni di lavoro non dovrebbe essere una notizia. Ma a quanto pare lo è ancora. Il New York Times ha appena pubblicato un articolo sui lavoratori della finanza, della tecnologia, degli affari, delle arti e delle professioni che abusano di farmaci stimolanti come Adderall, Ritalin e Concerta in modo da ottenere un vantaggio competitivo, o semplicemente tenere il passo. Come ho imparato nella mia pratica clinica, molti sono diretti verso una caduta, anche quando credono di avere tutto sotto controllo. Per fortuna, ci sono un sacco di segnali di pericolo lungo la strada prima che sia troppo tardi che è giunto il momento di ottenere qualche aiuto.

Nessuno dovrebbe essere sorpreso dal fatto che così tanti al lavoro usano farmaci stimolanti progettati per trattare l’ADHD. Sappiamo da anni che molti studenti si rivolgono abitualmente a farmaci stimolanti. La migliore stima attuale da una meta-analisi 2015 (uno studio degli studi disponibili) è che uno su sei studenti universitari abusano di farmaci stimolanti ADHD allo scopo di migliorare le prestazioni. L’uso continuato al lavoro ha un senso; perché cambiare le abitudini di lavoro di successo solo a causa della laurea? Ecco perché nessuno dovrebbe essere affatto sorpreso che così tanti in campi competitivi si rivolgano agli stimolanti. La gente ha iniziato a usarli a scuola. Hanno funzionato. Buoni voti raggiunti. Posti di lavoro garantiti. Perché cambiare?

Una capsula da 20 mg di AdderallXR

Una capsula da 20 mg di AdderallXR

Beh, una ragione per cambiare è che la vita non è la settimana finale. La vita non si ferma mai. Quando si lavora per vivere, in particolare una buona vita competitiva, non si ottiene pause semestrali prolungate per il riposo e il recupero, e poi una lavagna pulita con il prossimo nuovo semestre. Invece, la domanda “cosa hai fatto per me ultimamente” regola la giornata. La perfezione diventa impossibile. Anche qualcuno di talento e privilegiato abbastanza per fare tutto ciò che vogliono fare ancora non può fare tutto. Le scelte devono essere fatte. Prendere velocità non cambia questo. Il fatto è che rispetto al college, la vita intensifica drammaticamente i rischi che l’uso occasionale di anfetamine, se necessario, si degraderà in dipendenza e dipendenza. Inoltre, ci sono anche rischi significativi anche per coloro che limitano con successo l’uso a una base occasionale come necessaria, come non sviluppare mai completamente la fiducia in se stessi che i risultati di uno consentirebbero altrimenti.

Nessuno si sveglia un giorno improvvisamente dipendente da anfetamine come Adderall. Non è un ” puf!”È un processo. È molto lontano dal non dire di no a non essere in grado di dire altro che “di più!”Lungo la strada, le dichiarazioni sugli orrori della dipendenza, così come la postura morale, fanno poco per sostenere le rivalutazioni auto-riflettenti del comportamento che possono cambiare il processo. È troppo facile per qualcuno dire” non sono io ” o ” Ho tutto sotto controllo.”E quando l’abuso diventa dipendenza e dipendenza? Quindi la negazione è troppo potente perché la ragione prevalga. Il momento migliore per ottenere l’attenzione di un utente (mis)è prima che sia troppo tardi.

Ma come, come ottenere la loro attenzione? Una delle lezioni della pratica clinica è che se vuoi essere ascoltato devi stare il più vicino possibile all’esperienza dell’altro. Devi parlare la loro lingua così come la tua. Storie di orrore della dipendenza, ingiunzioni morali, persino suppliche e suppliche, raramente se mai innescano l’auto-riflessione che può portare a cambiamenti di comportamento. Tuttavia, ciò che le persone a volte sentono sono commenti vicini all’esperienza che supportano momenti di auto-riflessione, piccoli “ahas” che portano ulteriore pensiero cosciente a scelte precedentemente fatte senza pensare.

I seguenti segnali di pericolo sono intesi in questo spirito. Se stai cercando di andare avanti facendo affidamento su quelle piccole pillole arancioni e ti vedi in uno qualsiasi di ciò che segue, beh, potrebbe essere il momento di ripensare a ciò che stai facendo, potrebbe essere il momento di raggiungere un aiuto per tornare in pista. Ricorda: qualcuno che sprint il terzo miglio della maratona carriera può avere l’emozione di guidare temporaneamente la gara, ma è improbabile che siano tra i primi classificati.

7 Segnali di pericolo L’uso di Adderall è fuori controllo

1. Lo stai usando socialmente

Una conclusione che emerge dalla ricerca è che questi farmaci stimolanti ADHD non sono farmaci intelligenti, nonostante il loro nome e la loro reputazione. Sono droghe di guida. Focalizzano l’attenzione e aiutano a prolungare il tempo sveglio. Aumentano la motivazione a fare il noioso. Pertanto, non esiste una spiegazione salutare per usarli per un evento sociale. Nessuno. Se sei troppo stanco per arrivare a quell’apertura fai un pisolino, non una pillola. Se l’evento sembra insopportabilmente noioso allora non andare; smettere di accumulare obblighi sociali soporiferi. Andare a leggere un libro o parlare una passeggiata o visitare con qualcuno che in realtà si vuole vedere. Ma prendere velocità in modo da poter partecipare a un evento sociale, che si tratti di crystal meth o Adderall, è un segnale di avvertimento di un serio problema in via di sviluppo.

2. Lo usi abitualmente

I farmaci stimolanti non sono il “nuovo caffè.”Sono droghe potenzialmente pericolose che creano dipendenza. Sei sulla buona strada per un problema potenzialmente serio quando l’uso diventa pratica di routine piuttosto che il risultato di una decisione consapevole a causa di circostanze speciali. Se non passi più attraverso un calcolo consapevole del rischio / ricompensa sull’opportunità o meno di far scoppiare una pillola, allora è il momento di ripensarci. Chiederò spesso ai pazienti come hanno deciso di utilizzare Adderall per questo progetto o scadenza. Quando l’unica risposta è che è perché è così che fanno sempre il lavoro, sappiamo che c’è un problema.

3. Hai piacevoli rituali di (mis)uso

Ho una cosa per la mia tazza di caffè mattutina. Non è solo una bevanda calda. È un rituale, dall’acquisto del caffè alla macinazione dei chicchi al riempimento della stampa francese a quel primo sorso. A volte i farmaci stimolanti includono rituali simili. Invece di essere uno strumento raro per attirare l’attenzione o rimanere svegli quando la schiena è contro il muro, Adderall diventa un rituale piacevole nella propria vita. Una volta ho avuto un paziente parlare amorevolmente del suo caso speciale pillola Adderall. Aveva rituali per i diversi dosaggi nel suo contenitore speciale, compresi i rituali per la miscelazione e la congruenza in modo che sarebbe stato in grado di prendere la giusta quantità esatta per il compito a portata di mano.

4. Credi che il tuo successo dipenda dall’uso

Ognuno ha una storia che si racconta su chi sono. Queste narrazioni autobiografiche aiutano a definire le nostre identità, come si sente la nostra vita. A volte, gli utenti Adderall spiegano il successo non con l’alchimia del duro lavoro, del talento e delle circostanze. Invece, le storie di successo sono tutte su quanti milligrammi, a volte incluso quale produttore. Il successo deriva dal farmaco giusto. Oltre a deformare lo sviluppo della propria identità professionale, questo è anche un segnale di avvertimento che è tempo di ripensare la propria relazione con questi farmaci.

5. Hai paura di non usarlo

Una grande bandiera rossa di guai è quando il pensiero di una domanda di sovvenzione, un rapporto settimanale sui progressi, o una mattina sul trading desk senza Adderall a bordo, o almeno a portata di mano, genera ansia.

6. Credi che tutti gli altri lo stiano usando e ne hai bisogno per competere

La ricerca mostra che le persone che usano le anfetamine per migliorare le prestazioni sovrastimano la frequenza di utilizzo. Una versione estrema di questo è l’imprenditore della tecnologia sanitaria nel recente articolo del New York Times che credeva che tutti i suoi concorrenti usassero anche la velocità e che avesse bisogno di farlo per tenere il passo. Questo è falso. È vero, una significativa minoranza di persone fa (mis)uso, ma non tutti. A volte aiuta solo a chiedere a qualcuno, ” sei sicuro che tutti lo stanno facendo?”Aiuta anche a incoraggiarli a chiedere agli altri del loro uso di Adderall e se gli altri credono che tutti lo stiano facendo. Qualsiasi cosa per innescare un momento di auto-riflessione sul farmaco è un positivo.

7. Lo mantieni privato dai non utenti

La vergogna può essere un problema enorme, tranne quando non lo è, quando aiuta qualcuno a pensare a cosa stanno facendo in un modo nuovo. Trovo che chiedere alle persone perché non parlano del loro uso di Adderall con gli amici che sanno di essere non utenti spesso produce una scintilla utile di vergogna. Spesso chiedo: “perché vuoi fare qualcosa che non ti senti bene a fare?”A volte questo è sufficiente per innescare anche l’auto-riflessione da cui emerge il cambiamento del comportamento.

Qualcuno di questi ti ha detto niente? Se è così, è il momento di ripensare il tuo rapporto con i farmaci stimolanti, soprattutto se hai iniziato a inseguire il miglioramento delle prestazioni basato sulla farmacia a scuola e ora ti ritrovi nel mondo ancora basandosi su quelle vecchie abitudini di lavoro. Non dimenticare mai che ora sei in una maratona di carriera lunga decenni. Ti sei lasciato alle spalle gli sprint semestrali dei giorni scolastici.

non sottotitolato

Galleria: Come dare un feedback difficile

11 immagini
Galleria

Ottenere il meglio di Forbes alla tua casella di posta con le ultime intuizioni da esperti di tutto il mondo.
Caricamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.